Smart Working nella PA: ecco cosa cambia dopo il Decreto Legge Proroghe

Simone Chiarelli • 3 Maggio 2021

smart-working-pa-decreto-legge-prorogheEcco tutte le novità in materia di lavoro agile nelle Pubbliche Amministrazioni.


Il nuovo Decreto Legge Proroghe introdurrà svariate novità: scopriamo cosa cambia adesso per lo Smart Working nella PA.

Nuovo Bonus Smart Working: voucher per sedie e scrivanie a chi lavora da casa.

Dipendenti Pubblici in Smart Working: può essere applicata la disciplina della reperibilità?

Smart Working PA: ecco cosa cambia dopo il Decreto Legge Proroghe

In pratica la norma non limita – stante il perdurare del contesto emergenziale che ancora affligge il Paese – la flessibilità organizzativa di ogni Pubblica amministrazione per quanto concerne l’utilizzo del lavoro agile.

Ancorandola non più a una percentuale ma:

  • al rispetto di principi di efficienza, efficacia e customer satisfaction
  • e liberandola dalla rigidità derivante dalla soglia del 50% prima prevista.

Decreto Legge Proroghe: tutte le novità, dai Bilanci degli Enti Locali allo Smart Working.

Inoltre, mantiene inalterato il necessario rispetto delle misure di contenimento del fenomeno epidemiologico e della tutela della salute adottate dalle autorità competenti.

La novella legislativa, in sintesi, rinvia alla contrattazione collettiva (che ha preso avvio proprio in data 29 aprile presso l’Aran) la definizione degli istituti del lavoro agile.

Tuttavia ne consente fino al 31 dicembre 2021 l’accesso attraverso le modalità semplificate di cui all’articolo 87 del decreto legge n. 18 del 2020 (quindi senza la necessità del previo accordo individuale e senza gli oneri informativi a carico della parte datoriale).

Rimane inalterato a regime e dunque fuori dal contesto emergenziale – il Pola (Piano organizzativo del lavoro agile):

  • riducendone dal 60% al 15% la misura minima di attività da svolgere in lavoro agile
  • aumentando la capacità organizzativa delle singole amministrazioni
  • e prevedendo che, in caso di mancata adozione del Pola, il lavoro agile sia svolto da almeno il 15% del personale che ne faccia richiesta.

Infine, la norma consente implicitamente alle amministrazioni che entro il 31 gennaio 2021 hanno adottato il Pola con le percentuali previste a legislazione allora vigente di modificare il piano alla luce della disciplina sopravvenuta.

Il Ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta ha parlato in in video di smart working nella PA, declinando i termini futuri.

Per una panoramica completa sulle novità del DL Proroghe cliccate qui.

Una proposta di legge per promuovere lo Smart Working nei borghi.

Il videocommento alle nuove disposizioni sullo Smart Working

Inoltre il dottor Simone Chiarelli, dirigente di Pubblica Amministrazione Locale ed esperto in questioni giuridiche di diritto amministrativo nei settori degli appalti, SUAP, e disciplina generale degli Enti locali, ha messo a disposizione un video che illustra tutte le novità.

 

 

5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments