Grande successo per il Webinar di lentepubblica sulla Trasparenza degli Ordini Professionali

lentepubblica.it • 14 Settembre 2021

Giovedì 9 settembre si è svolto il Webinar sulla Trasparenza degli Ordini Professionali organizzato, a livello nazionale, da lentepubblica

Il focus si è incentrato sulla nuova disciplina dedicata al regime della trasparenza, previsto per tutte le pubbliche amministrazioni e applicabile anche agli ordini professionaliin quanto compatibile”.

Una grande partecipazione all’evento online

Abbiamo riscontrato una grande partecipazione all’evento da parte degli iscritti a tutti gli ordini professionali, che ringraziamo per aver aderito con estremo interesse dimostrato durante tutta la durata del nostro evento formativo.

Nei prossimi giorni tutte le domande poste durante il webinar come inteso verranno inviate ai consiglieri ANAC e agli altri esperti.

I partecipanti all’evento riceveranno tutto il materiale didattico relativo alla giornata di formazione e avranno l’occasione di poter riguardare la registrazione completa dell’evento.

Informiamo coloro che non hanno potuto partecipare all’evento che nel prossimo futuro stiamo già programmando interviste, approfondimenti ed eventuali altre giornate di formazione su questi argomenti.

Vi invitiamo pertanto a continuare a seguire i nostri canali e, per chi non fosse già presente nelle nostre liste, ad iscriversi alla nostra newsletter a questo link:

https://www.lentepubblica.it/iscrizione/

L’ordine del giorno e gli interventi dei relatori

A moderare il webinar è stata la dott.ssa Giusy Pappalardo, Coordinatrice della nostra testata giornalistica, che ha presentato i relatori al pubblico e illustrato il programma del seminario.

I lavori sono stati aperti dal Dott. Santo FabianoEsperto in materia di Trasparenza amministrativa, che ha evidenziato l’ambito soggettivo di applicazione della disciplina sulla trasparenza per gli ordini professionali espressi nel documento in consultazione dell’ANAC.

Il Dottor Fabiano ha sottolineato quanto sia “interessante che l’Autorità abbia consentito queste consultazioni e utile che i soggetti partecipino, poiché è il solo modo di poter condividere le logiche di trasparenza e di controllo”.

Nell’intervento successivo, curato dal Dottor Francesco Ruta, Esperto di sistemi informativi applicati alla trasparenza amministrativa, c’è stato spazio per un’ampia disamina sulle modalità di pubblicazione sui Siti Web della Pubblica Amministrazione secondo le linee guida previste dalla legge.

Il Dottor Ruta ha mostrato le varie situazioni che si presentano durante le fasi di pubblicazione, esemplificando i procedimenti attraverso la piattaforma dimostrativa InApp di Golem Net.

L’intervento è stato concluso con un appello all’utilizzo, da parte degli addetti ai lavori di uno “strumento informatico idoneo, fatto a misura e seguendo le indicazioni che man mano si evolvono. […] Il Responsabile della Transizione al Digitale deve accertarsi che quello strumento deve essere accessibile a tutti, anche a chi ha disabilità.”

Nel successivo e ampio intervento, Luca Forteleoni e Paolo Giacomazzo, Consiglieri Anac e coordinatori del gruppo di lavoro per la semplificazione degli obblighi per ordini e collegi professionali, sono entrati nel merito degli obiettivi e delle proposte dell’Autorità.

Si è discusso sulle possibilità di semplificazione messe in condivisione ed offerte dalla consultazione aperta ANAC fino al prossimo 13 settembre. Un’azione esemplificativa non solo per una volontà di intervenire in senso stretto sulla trasparenza, ma anche per fornire un nuovo concetto di vigilanza collaborativa.

Come sostenuto da Paolo Giacomazzo, “il nostro intento non è fare solo ed esclusivamente i controllori che bacchettano, ma assistere la varie PA ed i vari enti per risolvere le problematiche che possono presentarsi nel tempo.

Luca Forteleoni ha inoltre aggiunto che occorre per gli RPCT “una dimensione territoriale più ampia. […] Gestione unica e più monitoraggio sotto il profilo territoriale attraverso i referenti […] Il principio non è lo smantellamento della struttura della prevenzione alla corruzione, ma la semplificazione strutturale funzionale all’amplificazione e potenziamento del monitoraggio“.

Il video del webinar

Nel Player video qui di seguito avete l’opportunità di riguardare la registrazione completa del webinar.

 

5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments