Accesso alla carriera di Segretario Comunale e Provinciale: emendamento approvato

lentepubblica.it • 5 Ottobre 2020

accesso-carriera-segretario-comunale-e-provincialeAppena approvato un emendamento relativo alla Semplificazione della procedura di accesso alla carriera di segretario comunale e provinciale per il triennio-2020-2022.


L’emendamento risulta inserito all’interno del testo di conversione in legge del Decreto Agosto.

Vediamo cosa va a modificare questa specifica postilla all’interno della futura legge, che a breve sarà approvata.

Accesso alla carriera di Segretario Comunale e Provinciale

Il fine risulta quello di sopperire alla carenza di segretari comunali e provinciali per l’adeguato supporto al ripristino della piena operatività degli enti locali peril triennio 2020-2022.

Pertanto l’Albo nazionale dei segretari comunali e provinciali bandisce procedure selettive semplificate di accesso alla carriera di segretario comunale e provinciale.

Nello specifico si prevede:

  • la possibilità di presentazione della domanda di partecipazione al concorso secondo le previsioni di cui ai commi 4 e 5 dell’articolo 247 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito dalla legge 17 luglio 2020,n. 77;
  • lo svolgimento della prova preselettiva in sedi decentrate e con modalità telematiche o, comunque, in modo da consentirne la valutazione con l’ausilio di strumenti-informatici;
  • lo svolgimento con modalità telematiche di due prove scritte, anche nella medesima data ed anche consistenti in una pluralità di quesiti a ri-sposta aperta. La prima-prova scritta ha ad oggetto argomenti di carattere giuridico, con specifico riferimento al diritto costituzionale e/o diritto ammini-strativo e/o ordinamento degli enti locali e/o diritto privata. Mentre la seconda provascritta ha ad oggetto argomenti di carattere economico e finanziario-contabile, con specifico riferimento ad economia politica, scienza delle finanze e diritto finanziario e/o ordinamento finanziario e contabile degli enti locali, nonché management pubblico;
  • lo svolgimento di una prova orale, che deve riguardare in ognicaso almeno le materie di cui all’articolo 13, comma 5, del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 4 dicembre 1997, n. 465. E nel corso della quale deve essere accertata anche la conoscenza di lingue straniere. Infine tale prova può essere effettuata in videoconferenza, garantendo comunque la sicurezza e la tracciabilità delle comunicazioni;
  • la possibilità di articolazione della commissione esaminatrice in sottocommissioni.

A questo link il testo completo dell’emendamento.

 

5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments