Agevolazioni Legge 104 per acquisto veicoli: alcuni chiarimenti

lentepubblica.it • 13 Gennaio 2020

agevolazioni-legge-104-acquisto-veicoliEcco alcune indicazioni in merito ai benefici della Legge 104 correlati all’acquisto di veicoli per i soggetti disabili.


Agevolazioni Legge 104 per acquisto veicoli. I soggetti portatori di handicap possono usufruire della legge 104 per ottenere agevolazioni e sgravi fiscali.

In particolare, la normativa italiana riconosce una serie di agevolazioni fiscali per l’acquisto di veicoli destinati al trasporto o alla guida da parte di portatori di handicap o altre disabilità, come sordi e non vedenti.

Ma in quali casi questa agevolazione è valida? E in quali casi no?

Agevolazioni Legge 104 per acquisto veicoli

Per quanto riguarda l’acquisto dell’auto da parte di un soggetto disabile, la normativa della legge 104/92 prevede alcune tipologie di benefici, tra loro cumulabili:

  • Acquisto veicoli Legge 104: detrazione Irpef e IVA

Si può usufruire di na detrazione sull’Irpef del 19% e agevolazione Iva al 4%. In pratica si usufruisce di uno sconto sulle tasse da pagare con la successiva dichiarazione dei redditi e non di uno sconto dal concessionario.

  • Esenzione bollo auto e sul passaggio di proprietà

Prevista l’esenzione dal pagamento del bollo per i veicoli di cilindrata non superiore a 2.000 centimetri cubici (se a benzina) o 2.800 centimetri cubici (se a diesel), intestati al disabile o al familiare che l’abbia fiscalmente a carico.

E inoltre si prevede l’esenzione dall’imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà quando interessano i veicoli destinati alla guida o al trasporto di portatori di handicap, con esclusione di sordi e non vedenti.

Chi ne può beneficiare?

Tuttavia possono usufruire di queste agevolazioni solo le seguenti categorie:

  • sordi e non vedenti ;
  • portatori di handicap grave secondo la Legge 104. Si tratta, nello specifico, di disabili psichici o mentali titolari d’indennità di accompagnamento. O di disabili affetti da pluriamputazioni, o con capacità di deambulazione notevolmente limitata;
  • soggetti disabili con capacità motorie ridotte o assenti.

A determinate condizioni le agevolazioni sono concesse anche al familiare della persona con disabilità.

Vale a dire, a condizione che il disabile sia a suo carico («fiscalmente a carico»). Per essere «fiscalmente a carico» di un parente è necessario che il disabile possegga un reddito annuo non superiore a 2.840,51 euro.

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Maria Claudia Nava Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Maria Claudia Nava
Ospite
Maria Claudia Nava

Più che il mio parere vorrei sapere se una persona che si sposta solo con bombola di ossigeno può essere considerata persona con capacità motorie ridotte e quindi rientrare fra i soggetti cui potrebbero essere riconosciute le agevolazioni. Ho riconoscimento della legge 104 ma non ho indennità di accompagnamento. Eventualmente vorrei sapere come e a chi si può chiedere un parere.
Grazie