Assunzioni nei Comuni: ecco la bozza della circolare con le regole

lentepubblica.it • 19 Maggio 2020

assunzioni-comuni-bozza-circolareArrivano ulteriori chiarimenti contenuti nella bozza di circolare esplicativa del decreto ministeriale 17 marzo 2020 che ha rivisto le regole assunzionali per i Comuni.


Assunzioni nei Comuni: disponibile la bozza della circolare che, in attesa della sua ufficializzazione, dà gia parecchie indicazioni sulle novità.

La bozza di testo vuole delineare meglio i paletti imposti dal Decreto Crescita. Ricordiamo, infatti, che il D.L. n. 34/2019, all’articolo 33, ha introdotto una modifica significativa della disciplina relativa alle facoltà assunzionali dei Comuni.

In sintesi si prevede il superamento delle attuali regole fondate sul turn-overe l’introduzione di un sistema maggiormente flessibile, basato sulla sostenibilità finanziaria della spesa di personale.

Assunzioni nei Comuni: ecco la bozza della circolare con le regole

Come specificato dal testo il nuovo regime sulla determinazione della capacità assunzionale dei Comuni previsto dall’art. 33, comma 2, del D.L. n. 34/2019 si applica a decorrere dal 20 aprile 2020.

Al fine di non penalizzare i Comuni che, prima della predetta data, hanno legittimamente avviato procedure assunzionali,con il previgente regime, anche con riguardo a budgetsrelativi ad anni precedenti, si ritiene che, con riferimento al solo anno 2020, possano esser fatte salve le predette procedure purché siano state effettuate entroil 20 aprile le comunicazioni obbligatorie ex articolo 34 bis della legge n.165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, sulla base dei piani triennali del fabbisogno e loro eventuali aggiornamenti secondo la normativa vigente.

Il decreto, oltre alla decorrenza del nuovo regime, disciplina i seguenti ambiti:

  • specificazione degli elementi che contribuiscono alla determinazione del rapporto spesa di personale/entrate correnti al netto del fondo crediti di dubbia esigibilità stanziato in bilancio di previsione;
  • individuazione delle fasce demografiche e dei relativi valori-soglia;
  • determinazione delle percentuali massime di incremento annuale.

In attesa che il documento sia considerato ufficiale condividiamo comunque a questo link il TESTO COMPLETO DELLA BOZZA.

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami