lentepubblica

Aumenti dipendenti comunali: ecco quanto guadagneranno in più

lentepubblica.it • 21 Settembre 2022

aumenti-dipendenti-comunaliDopo l’accordo sulla pre-intesa per il Rinnovo del CCNL Funzioni Locali si possono tirare le somme sugli aumenti in busta paga: ecco quanto guadagneranno in più i dipendenti comunali.


L’Aran, l’Agenzia che tratta per il governo il rinnovo dei contratti pubblici, oltre alla pre-intesa ha fornito ai sindacati, nel corso degli ultimi mesi, anche le tabelle con gli aumenti previsti dal nuovo contratto di lavoro, che copre il triennio 2019-2021. Scopriamo nello specifico quanto guadagneranno in più i dipendenti dei Comuni italiani.

Aumenti dipendenti comunali: ecco quanto guadagneranno in più

La pre-intesa è stata firmata da Aran e dalle organizzazioni sindacali Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Confederazione CISAL – CSA – Regioni Autonomie Locali.

All’interno del rinnovo una parte “importante” è dedicata agli aumenti stipendiali.

In media (parliamo di aumenti “lordi”) si prevede un incremento retributivo medio pari a euro 100,27 mensili per tredici mensilità.

Con tutte le risorse aggiuntive l’incremento mensile, sempre al lordo, può raggiungere i 117,53 euro mentre gli arretrati medi sono pari a circa 1.727,63 euro.

Nella tabelle qui di seguito potete vedere quali saranno le somme.

Nella prima tabella trovate gli incrementi mensili di stipendio (lordi) per i lavoratori dipendenti degli Enti Locali.

Invece, nella seconda tabella, l’ammontare complessivo del nuovo stipendio.

aumenti-dipendenti-comunali-stipendio-tabellare

Per quanto riguarda gli arretrati, infine, l’accredito potrebbe arrivare già a partire dal mese di ottobre (comunque al massimo entro la fine del 2022).

Le obiezioni del MEF

Tuttavia sull’arrivo degli arretrati in busta paga a ottobre (o nei mesi immediatamente successivi) potrebbe pesare la decisione del MEF di sollevare alcune obiezioni al testo della pre-intesa.

Alla Ragioneria generale dello Stato non convince, ad esempio, la declinazione particolare dell’area delle «elevate qualificazioni», che va nei fatti a sostituire il meccanismo attuale delle «posizioni organizzative», cioè degli incarichi aggiuntivi (a tempo) assegnati a una quota del personale con mansioni più complesse.

Al ministero dell’ Economia si nutre dunque qualche dubbio sul fatto che un’ impostazione di questo tipo risponda alle richieste della legge, anche se va detto che il contratto arriva dopo un atto di indirizzo che ha superato il vaglio della Funzione pubblica ed è stato oggetto di un fitto confronto con il comitato di settore.

Le richieste di chiarimenti coinvolgono poi alcune delle tante «sezioni speciali» che il contratto riserva alle professionalità specifiche in un mondo come quello degli enti locali che è largamente il più variegato all’ interno della Pa.

Il testo completo della pre-intesa

Qui di seguito trovate il testo completo dell’ipotesi di accordo.

 

3.7 3 votes
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Salvatore
Salvatore
21 Settembre 2022 17:06

Taeg MAX: 17,8875% Durata min. 24 mesi, max 120 mesi. Ad esempio , con un taeg di 17,8875% su un importo di €15.000 si avrebbe una rata di € 269,19/mese per 120 mesi.
Agevolato!!! con restituzione di 32000 euro, siete LADRI

Andrea
Andrea
21 Settembre 2022 17:22

Ma se il MEF ha bloccato tutto

silvestro silvio armellani
silvestro silvio armellani
22 Settembre 2022 7:41

107 di media dove li hanno visti se il massimo è 104….inoltre vanno tolte la quota di vacanza contrattuale….altre 12 euro sul netto saranno circa 30 euro…..che verranno riassorbito a gennaio dalla fine dello sgravio contributibo in poche parole da gennaio l’aumento sarà pari a zero……vergogna!

Maurizio
Maurizio
Reply to  silvestro silvio armellani
23 Settembre 2022 18:32

Ci prendono per i fondelli sti pellegrini

antonella
antonella
22 Settembre 2022 8:04

un anno di ciance per farci avere 30 euro in più AL MESE. Ieri ho speso 16 euro (giusto per avere un’idea leggasi 32.000 lire) per: 1 l latte – 4 pomodori piccoli – 1 conf. di salmone aff. in offerta – 1 panino – 1 pizza surgelata non di marca. E alla Lidl, non in un negozio privato extra lusso sul mare.

Giorgio
Giorgio
22 Settembre 2022 11:30

Il potere d’acquisto dei dipendenti pubblici è in accentuata fase di recessione, soprattutto a causa di un’inflazione galoppante. La politica sindacale di fatto oggi è determinata interamente dal MEF. I contratti nazionali sono diventati una farsa, e chi partecipa alle trattative degli squallidi saltimbanchi che non fanno gli interessi dei lavoratori e non hanno il coraggio di dirlo apertamente ne di comportarsi di conseguenza. Notizie come questa, in cui si parla di <<aumenti>> sono pretestuosi perché non analizzano il contesto e costituiscono un ottimo veicolo per alimentare odio verso le Istituzioni e i servitori dello Stato.

Maurizio
Maurizio
Reply to  Giorgio
23 Settembre 2022 18:34

Infatti sono fatti apposta, complice una politica becera, giornalisti al soldo del padrone, sindacati comprati alla grande e il MEF che non ho ancora capito a cosa serva!!