fbpx

Aumento Pensioni 2019, la tabella con gli importi aggiornati

lentepubblica.it • 20 Dicembre 2018

aumento-pensioni-2019-tabellaAumento Pensioni 2019, la tabella con gli importi aggiornati con decorrenza dal 1° gennaio 2019.


Aumento Pensioni 2019, la tabella con gli importi aggiornati.  Scatterà dal 1° gennaio 2019, la variazione percentuale per il calcolo dell’aumento di perequazione delle pensioni spettante per l’anno 2018 con decorrenza dal 1° gennaio 2019.

 

Le pensioni sono aggiornate annualmente in base al un indice Istat  legato ai prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, riferito all’inflazione media rilevata nell’anno precedente.

 

Aumenti Pensioni 2019, la tabella

 

L’adeguamento di cui stiamo parlando deve essere effettuato su tutti i trattamenti pensionistici erogati dalla previdenza pubblica (cioè dall’assicurazione generale obbligatoria e dalle relative gestioni dei lavoratori autonomi nonchè dai fondi ad essa sostitutivi, esonerativi, esclusivi, integrativi ed aggiuntivi): quindi rientrano sia le pensioni dirette (es. pensione di vecchiaia, pensione anticipata) sia quelle indirette (pensione ai superstiti) a prescindere dalla circostanza che tali prestazioni siano o meno integrate al trattamento minimo.

 

Il prossimo anno si tornerà, inoltre, alle fasce di perequazione più generose della legge 388/2000 in vigore sino al 31 dicembre 2011, prima dell’entrata in vigore della Legge Fornero. Dal 2019 si tornerà alla procedura del calcolo in vigore fino al 2011 e quindi i pensionati avranno la rivalutazione dei trattamenti pensionistici in misura totale senza riduzioni o penalizzazioni.

 

Fascia Importo Indice perequazione Rivalutazione provvisoria
Fino a tre volte il trattamento minimo€ 1.522,26 (507,42×3) 100% 1,10 %
Fino 5 volte il trattamento minimo € 2.537 90% 0,990%
Oltre 5 volte il trattamento minimo 75% 0,825%

 

Aumento perequazione pensioni dall’1 gennaio 2019

 

Importo mensile lordo 2018
(euro)
Aumento lordo mensile 2019
(euro)
Importo mensile lordo con perequazione
(euro)
1.000 11,00 1.011,00
1.100 12,10 1.112,10
1.200 13,20 1.213,20
1.300 14,30 1.314,30
1.400 15,40 1.415,40
1.500 16,50 1.516,50
1.600 17,51 1.617,51
1.700 18,50 1.718,50
1.800 19,49 1.819,49
1.900 20,48 1.920,48
2.000 21,47 2.021,47
2.100 22,46 2.122,46
2.200 23,45 2.223,45
2.300 24,44 2.324,44
2.400 25,43 2.425,43
2.500 26,42 2.526,42
2.600 27,31 2.627,31
2.700 28,14 2.728,14
2.800 28,96 2.828,96
2.900 29,79 2.929,79
3.000 30,61 3.030,61
3.100 31,44 3.131,44
3.200 32,26 3.232,26
3.300 33,09 3.333,09
3.400 33,91 3.433,91
3.500 34,74 3.534,74
3.600 35,56 3.635,56
3.700 36,39 3.736,39
3.800 37,21 3.837,21
3.900 38,04 3.938,04
4.000 38,86 4.038,86

 

Ricordiamo che in Gazzetta Ufficiale è avvenuta nelle scorse settimane la pubblicazione del decreto 16 novembre 2018 del Ministero dell’Economia e delle Finanze consente di fare i conti in tasca ai pensionati per il prossimo anno.

 

Complessivamente una pensione di mille euro al mese godrà di un incremento lordo di 143 euro il prossimo anno, circa 11 euro al mese in più. Mentre una pensione di 1.800 euro lordi al mese, localizzata cioè tra 3 e 4 volte il minimo Inps, otterrà un incremento di 19,47€ invece che 18,81€ che sarebbero stati riconosciuti se fosse stato mantenuto il sistema vigente anche nel 2019.

Fonte: Pensioni Oggi (www.pensionioggi.it)
avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
lentepubblica.it - Rivalutazione Pensioni 2019, a Gennaio il taglio non è possibile Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami