fbpx

Elezioni Amministrative: disponibili le istruzioni per presentazione e ammissione candidature

lentepubblica.it • 1 Aprile 2015

candidature, comunicazioneSono state pubblicate sul sito del ministero dell’Interno le istruzioni per la presentazione e l’ammissione delle candidature all’elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale, per le elezioni amministrative del prossimo 31 maggio, che vedranno l’eventuale turno di ballottaggio in programma domenica 14 giugno.

 

La presentazione delle candidature alla carica di sindaco e delle liste di candidati alla carica di consigliere comunale potrà essere effettuata soltanto presso le segreterie dei comuni nei quali si svolgeranno le elezioni nei giorni di venerdì 1º maggio, dalle ore 8 alle 20 e sabato 2 maggio, dalle ore 8 alle 12.

 

Le presenti istruzioni hanno lo scopo di fornire ai competenti organi un’opportuna guida nel compimento delle operazioni relative alla presentazione e all’ammissione delle candidature per la elezione alla carica di sindaco e di consigliere comunale. Nella pubblicazione vengono illustrate le norme che regolano il procedimento per la preparazione e la presentazione delle candidature nonché per l’esame delle candidature stesse da parte delle commissioni e delle sottocommissioni elettorali circondariali.

 

La materia è trattata unitariamente per le due categorie – previste dalla vigente legislazione – dei comuni con popolazione sino a 15.000 abitanti e dei comuni con popolazione superiore a detto limite; quando siano necessarie istruzioni distinte (per le differenze conseguenti ai diversi sistemi elettorali adottati), sono predisposte, di volta in volta, opportune avvertenze.

 

I cittadini dell’Unione europea, che intendano presentare la propria candidatura a consigliere comunale (essendo riservate ai cittadini italiani le cariche di sindaco e di vice sindaco), devono produrre, all’atto del deposito della lista dei candidati e in aggiunta a tutta la documentazione richiesta per i cittadini italiani dal decreto del Presidente della Repubblica 16 maggio 1960, n. 570, e dalla legge 25 marzo 1993, n. 81, i seguenti altri documenti:

 

a) una dichiarazione contenente l’indicazione della cittadinanza, dell’attuale residenza e dell’indirizzo nello Stato di origine;

 

b) un attestato, in data non anteriore a tre mesi, rilasciato dall’autorità amministrativa competente dello Stato membro di origine, dal quale risulti che non sono decaduti dal diritto di eleggibilità.

Fonte: ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
avatar
  Subscribe  
Notificami