Pubblico Impiego: dipendenti che falsificano le presenze vanno licenziati

lentepubblica.it • 3 Novembre 2015

PA riforma pubblico impiegoIl ministro della PA Marianna Madia al convegno di rete imprese Italia: sulla semplificazione lancia un appello per superare “luoghi comuni” sul Pubblico Impiego e sui “fannulloni”, ma pretende severità. “Bisogna licenziare i dipendenti pubblici che falsificano le presenze.”

 

Licenziare un dipendente pubblico in caso di false presenze. È quello che dice il ministro della Funzione pubblica, Marianna Madia dopo il clamoroso caso di Sanremo, in cui sono state arrestate 35 persone e indagate altre 195 . «Un dipendente pubblico che dice che va a lavorare e poi non ci va, deve essere licenziato».

 

“Un luogo comune di cui bisogna liberarsi – ha spiegato – è che tutti i dipendenti pubblici siano fannulloni. Un altro luogo comune è che gli imprenditori siano tutti evasori”. “Questa è un’Italia che non è l’Italia e genera sensazioni sbagliate” ha detto Madia. Il ministro dunque, rivolgendosi alla platea di commercianti e artigiani di Rete Imprese Italia, li ha esortati ad avere “una visione d’insieme”.

 

In realtà il Ministr,  intervenendo alla presentazione del Rapporto Rete Imprese Italia-Cer sulla burocrazia, non avrebbe fatto riferimenti espliciti a particolari episodi ma gli ultimi fatti riportano alle vicende del Comune di Sanremo.

 

Gli impiegati, in questo caso, si scambiavano i cartellini e li facevano firmare ai colleghi; oppure qualcuno da casa mandava la moglie o la figlia minorenne. Tanto che il gip Alessia Ceccardi, che ieri ha firmato gli arresti domiciliari per 35 impiegati pubblici e 8 misure cautelari con obbligo di firma, a pagina 213 dell’ordinanza scrive: “Alla luce delle considerazioni che si trattava di una pratica assai diffusa, condivisa sostanzialmente dalla maggioranza dei dipendenti comunali, circa la metà del personale ricorreva alle condotte descritte… a fronte del dato che sono stati iscritti per gli stessi reati 195 indagati…” Per ulteriori 71 soggetti è scattata la denuncia penale a piede libero con contestuale notifica dell’avviso conclusione indagini ex art. 415 bis CPP. Dieci sono i funzionari.

 

Ma un caso singolo come quello di Sanremo, verrebbe da chiedersi, può definire un metro di misura univoco per tutti gli impiegati pubblici? Si attende la risposta e la reazione, a breve, dei diretti interessati.

 

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami