fbpx

Disabili, Bando Long Term Care 2019 per ricovero in strutture assistenziali

lentepubblica.it • 12 Aprile 2019

disabili-bando-long-term-care-2019Disabili, al via il Bando Long Term Care 2019 per il ricovero in strutture assistenziali. Rivolto, come noto, ai dipendenti e pensionati iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali che necessitano di cure di lungo periodo.


L’ammontare del beneficio non potrà superare i 1800 euro al mese e sarà riconosciuto dal 1° luglio 2019 al 30 giugno 2022. Il beneficio può essere ottenuto solo dai dipendenti pubblici e dagli iscritti all’Ipost.

Si rinnova quest’anno il Bando di Concorso Long Term Care 2019 per i Ricoveri in Strutture Residenziali. Il piano è rivolto, come noto, ai dipendenti e pensionati iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, ai pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici, ai dipendenti e pensionati della Gestione Fondo IPOST che necessitano di cure di lungo periodo, ricoverati presso Residenze Sanitarie Assistenziali o strutture specializzate che prestano servizi socio assistenziali. E consiste nel pagamento da parte dell’Inps della retta di lungo degenza presso la struttura sanitaria.

Possono beneficiare del contributo, oltre i titolari della prestazione, anche il coniuge e i parenti e affini entro il primo grado anche non conviventi, i soggetti legati da unione civile e conviventi ex lege n. 76/2016, prima del ricovero, o orfani, affetti da patologie che necessitano di cure di lungo periodo, ricoverati presso Residenze Sanitarie Assistenziali ovvero in Strutture specializzate che prestano servizi socio assistenziali.

La domanda può essere presentata sia in relazione a soggetti disabili che necessitano di cure di lungo periodo, già ricoverati presso le predette strutture, sia di coloro che intendano ricoverarsi entro 90 giorni dall’ammissione in graduatoria.

Il Piano Long Term Care

Il piano prevede l’erogazione di un contributo nella misura massima di euro 1.800,00 mensili dal 1° luglio 2019 sino al 30 giugno 2022 a copertura parziale o totale dei costi delle rette per le residenze assistenziali di lungo periodo sulla base di un graduatoria formulata in base allo stato di bisogno economico da acclarare sulla base dell’ISEE del richiedente.

In totale il piano LTC 2019 mette in palio 950 posti per i dipendenti pubblici e 15 per i lavoratori ex dipendenti delle Poste. La procedura per l’acquisizione della domanda sarà attiva dalle ore 12,00 del 4 Aprile 2019 sino alle ore 12 del 30 aprile 2019. Per poter partecipare al contributo gli interessati, all’atto della presentazione della domanda, devono aver presentato la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per la determinazione dell’ISEE sociosanitario residenze.

Domande

La domanda di ammissione deve essere presentata telematicamente tramite il portale Inps (è necessario essere dotati del Pin dispositivo) oppure rivolgendosi al servizio di Contact center Inps , raggiungibile al numero telefonico 803164. L’Istituto precederà automaticamente alla verifica del possesso dei requisiti per l’ammissione al bando (es. presentazione della DSU e presenza dello stato di invalidità). In alternativa la domanda può essere trasmessa anche attraverso l’intermediazione di un Ente di Patronato.

In tal caso, il Patronato dovrà inserire il protocollo della DSU o segnalare la mancata presentazione di DSU e indicare gli estremi del verbale che certifica lo stato di invalidità.

La Formulazione della Graduatoria

L’Istituto, in esito all’istruttoria delle domande di partecipazione al concorso, redige la graduatoria degli ammessi con riserva, in base alla gravità dello stato di invalidità (prima i gravissimi, poi i gravi e quindi i medi) e a parità di invalidità le domande saranno ordinate in base ad ISEE crescente, entro il 28 maggio 2019.  

I soggetti che risultano essere stati dimessi negli ultimi 12 mesi dalle strutture di proprietà dell’Istituto (Casa Albergo Monteporzio Catone e Casa Albergo La Pineta di Pescara), in quanto non più in possesso del requisito della autosufficienza, verranno ammessi con priorità in graduatoria.

Priorità in graduatoria sarà assicurata anche ai beneficiari del Progetto Long Term Care 2016 e Long Term Care 2017  (a condizione che ripresentino la relativa domanda di ammissione accompagnata dall’attestazione ISEE) per il principio della continuità della cura assistenziale.

Dopo la pubblicazione della graduatoria, a decorrere dal 1° luglio 2019 e sino al 31 gennaio 2022 sarà possibile presentare nuove domande. Le nuove domande saranno ammesse in graduatoria dopo almeno trenta giorni a decorrere dalla data di presentazione e comporteranno l’aggiornamento della graduatoria degli idonei. La graduatoria degli idonei verrà aggiornata a decorrere dal terzo giorno lavorativo di ogni mese e sarà pubblicata sul sito dell’Inps.

La misura del Contributo

L’importo del contributo non potrà, in ogni caso, essere superiore all’importo della retta a carico del beneficiario. L’eventuale quota eccedente l’importo del contributo resterà ad esclusivo carico del beneficiario. Il contributo verrà erogato per 36 mesi, con cadenza mensile, a decorrere dal 1° luglio 2019 fino al 30 giugno 2022, ovvero dalla data di scorrimento in graduatoria in caso di beneficiari che maturano il diritto a seguito di scorrimenti della graduatoria.

Resta fermo che il contributo potrà essere riconosciuto solo se il soggetto è già ricoverato o il ricovero avviene entro 90 giorni dopo l’ammissione in graduatoria. L’erogazione del contributo sarà comunque interrotta in caso di rinuncia o cessazione del ricovero antecedenti alla data di scadenza della prestazione.

Il contributo mensile non è riconosciuto in caso di permanenza presso la struttura, nel mese precedente a quello dell’erogazione, per un numero di giorni inferiore a quindici. Tale mensilità non può essere recuperata. Il contributo viene erogato direttamente al beneficiario sul conto corrente intestato o cointestato al medesimo, indicato nella domanda di partecipazione al concorso.

In caso di ricovero gratuito, agli invalidi civili totali titolari di indennità di accompagnamento, la stessa verrà sospesa d’ufficio per tutto il periodo di durata della condizione stessa di ricovero. Il ricovero si considera gratuito quando il costo dello stesso è totalmente coperto dal contributo erogato dall’Inps o da altre pubbliche amministrazioni. Si rammenta che il bando LCT 2019 è incompatibile con l’Home Care Premium, l’altro bando Inps destinato all’assistenza dei disabili. Pertanto il pagamento del primo contributo determina la decadenza automatica definitiva dal diritto a ottenere le prestazioni di cui al Bando Home Care Premium.

 

Fonte: Pensioni Oggi (www.pensionioggi.it) - articolo di Bernardo Diaz
avatar
  Subscribe  
Notificami