fbpx

Ecco la guida per beneficiare dell’Home Care Premium per l’assistenza ai disabili

lentepubblica.it • 14 Aprile 2015

home-care-premium-inps-ex-inpdapIl progetto Home Care Premium è un progetto, rinnovato annualmente (qui il bando ufficiale dell’ultimo anno), che mira a valorizzare l’assistenza domiciliare per le persone disabili e non autosufficienti, attraverso un contributo “premio” finalizzato alla cura a domicilio di tali soggetti. E’ inoltre previsto un ulteriore percorso assistenziale, che consiste in un intervento economico per i soggetti non autosufficienti residenti presso strutture residenziali o per i quali sia valutata l’impossibilità di assistenza domiciliare. Attualmente il soggetto partner individuato è l’ambito territoriale sociale (Ats).

 

Beneficiari I soggetti che possono usufruire del servizio sono: i dipendenti o i pensionati Inps gestione dipendenti pubblici; i coniugi conviventi; i familiari di 1° grado, i giovani minori orfani di dipendenti iscritti alla gestione unitaria per il credito e/o Enam e di utenti pensionati pubblici. Sono equiparati ai figli, i giovani minori regolarmente affidati e nipoti minori con comprovata vivenza a carico del titolare del diritto. I nipoti minori sono equiparati ai figli se conviventi e a carico del titolare del diritto.

 

Domande Per procedere alla compilazione della domanda occorre essere iscritti alla banca dati, o fare richiesta di iscrizione – tramite il modulo “Iscrizione in banca dati”-  nella sezione “modulistica” del sito Inps. La richiesta deve essere presentata esclusivamente per via telematica, accedendo dalla home page del sito www.inps.it, seguendo il percorso: Servizi on line  Servizi ex Inpdap. Con l’accesso all’area riservata è possibile effettuare le successive scelte o per area tematica o per ordine alfabetico.

 

Per accedere alla prestazione bisogna attendere la pubblicazione del bando annuale e presentare la relativa domanda, esclusivamente in via telematica, attraverso i servizi on line dell’Inps. La procedura per l’acquisizione delle domande relativa all’anno 2015 è stata attiva dal 2 febbraio 2015 sino allo scorso 31 marzo 2015.

 

Prestazioni riconosciute Le prestazioni riconosciute sono le seguenti: contributo economico mensile erogato in favore del beneficiario, riferito al rapporto di lavoro con l’assistente familiare (prestazione prevalente); contributo economico in favore dell’Ats per attività gestionali a cura dello stesso; contributo in favore dell’Ats per la fornitura, a cura dello stesso, di prestazioni integrative a supporto del percorso assistenziale del beneficiario. Tali prestazioni potranno essere attivate nell’arco temporale del progetto, dal 1° marzo 2015 al 30 novembre 2015.

 

Fonte: Pensioni Oggi (www.pensionioggi.it) - articolo del Patronato INAS
avatar
  Subscribe  
Notificami