Esonero Visite Fiscali Dipendenti Pubblici 2019 per gravi motivi familiari?

lentepubblica.it • 31 Gennaio 2019

esonero-visite-fiscali-dipendenti-pubblici-2019-gravi-motivi-familiariEsonero Visite Fiscali Dipendenti Pubblici 2019 per gravi motivi familiari? Ecco le regole per l’anno corrente predisposte dall’INPS.


Come risaputo, la visita fiscale viene disposta nei periodo coperti dall’indennità sostitutiva di malattia Inps, il contributo che sostituisce lo stipendio nei periodi in cui il dipendente deve assentarsi dal lavoro a causa della propria malattia.

 

Dal 1° Settembre 2017 le Visite Fiscali sono in capo al Polo Unico dell’INPS: con l’attribuzione all’istituto di previdenza della competenza esclusiva ad effettuare visite mediche di controllo (VMC) sia su richiesta delle Pubbliche amministrazioni, in qualità di datori di lavoro, sia d’ufficio.

 

Esonero Visite Fiscali

 

Una recente guida dell’INPS ha risposto alle domande più frequenti dei dipendenti, sia privati che pubblici, indicando loro i passi da seguire quando, causa malattia, sono impossibilitati a recarsi a lavoro.

 

Il medico certificatore può segnalare l’ “agevolazione” che esonera dalla reperibilità, secondo le regole stabilite nella circolare n. 95/2016 dell’Inps. È bene sapere, che può essere disposta comunque una visita di controllo previo appuntamento.

 

Il lavoratore assicurato per la malattia non può assentarsi dall’indirizzo di abituale dimora durante le fasce orarie direperibilità in cui viene effettuato il controllo se non per:

 

• necessità di sottoporsi a visite mediche generiche urgenti e ad accertamenti specialistici che non possono essere effettuati in orari diversi da quelli compresi nelle fasce orarie direperibilità;

 

• provati gravi motivi personali o familiari;

 

• cause di forza maggiore.

 

Attenzione: questo vale, tuttavia, per i lavoratori privati. E per i dipendenti Pubblici?

 

Esonero Visite Fiscali Dipendenti Pubblici 2019 per gravi motivi familiari

 

Per i  dipendenti pubblici, i casi di esonero dal rispetto delle fasce di reperibilità sono indicati dal decreto del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione n. 206 del 17 ottobre 2017:

 

  • patologie gravi che richiedono terapie salvavita;
  • causa di servizio riconosciuta che abbia dato luogo all’ascrivibilità della menomazione unica o plurima alle prime tre categorie della Tabella A allegata al decreto del Presidente della Repubblica 30 dicembre 1981, n. 834, ovvero a patologie rientranti nella Tabella E del medesimo decreto;
  • stati patologici sottesi o connessi alla situazione di invalidità riconosciuta, pari o superiore al 67%.

 

Ergo, l’esonero per motivi familiari è circoscritto soltanto a pochi casi specifici, e nella maggior parte dei casi, riguardano i dipendenti privati.

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami