fbpx

Expofacile.it, evento più accessibile anche alle categorie disagiate

lentepubblica.it • 1 Aprile 2015

assistenzaPromosso dalla Regione Lombardia e dal Comune di Milano il portale offre numerose indicazioni utili per visitare non solo i padiglioni della mostra, ma anche la città e le principali attrattive turistiche del territorio. Consigli, notizie e informazioni sui luoghi senza barriere per muoversi in sicurezza e autonomia.

 

Expo accessibile a tutti grazie a Expofacile.it, il portale nato con l’obiettivo di guidare i turisti con disabilità nell’esposizione universale che si svolgerà a Milano dal 1° maggio al 31 ottobre prossimi. Il sito non si limita a fornire indicazioni utili solo per percorrere in tranquillità i padiglioni della mostra, ma rivolge particolare attenzione al tema della mobilità in generale, offrendo una dettagliata mappatura dell’accessibilità dei mezzi di trasporto meneghini e definendo nove itinerari turistico-culturali lungo il capoluogo lombardo. Il progetto è promosso dalla Regione Lombardia e dal Comune di Milano ed è stato realizzato dalle principali associazioni lombarde delle persone con disabilità.

 

I dati raccolti da operatori qualificati. Al momento Expofacile.it contiene le schede informative sull’accessibilità di un’ottantina tra ristoranti e strutture alberghiere: un database che verrà implementato fino al 1° maggio per arrivare a contenere 300 schede, comprendenti anche musei, chiese, cinema e teatri. I dati sono stati raccolti da operatori qualificati, che hanno utilizzato la metodologia di rilevazione certificata Village for All. Il sito offre, inoltre, agli utenti un servizio di back office: ovvero la possibilità per chi non trova le informazioni che cerca di scrivere per avere una risposta personalizzata”.

 

Dall’hinterland al polo espositivo: in corso la fase di mappatura. “Come molte metropoli, Milano non è una città totalmente accessibile, ma neanche ‘impossibile’ da visitare per le persone con disabilità”, si legge nella pagina di presentazione del portale. Expofacile.it ha, quindi, verificato l’accessibilità dei mezzi di trasporto e, in generale, la mobilità in Lombardia: “Sono in fase di mappatura il polo espositivo, numerosi alberghi e ristoranti di Milano e hinterland e i principali siti di interesse storico, culturale e artistico della città, nonché altri servizi utili fra cui quelli di prima emergenza”.

 

I risultati della “Task Force Accessibilità”. “I nostri sforzi ci sembrano sempre insufficienti per cambiare una città progettata in anni in cui l’accessibilità non era un tema prioritario – ha detto l’assessore alla Mobilità e ambiente, Pierfrancesco Maran – Ma stiamo cambiando logica, anche grazie al lavoro del tavolo interassessorile “Task Force Accessibilità” che ci ha consentito di comprendere i reali bisogni delle persone con disabilità. Milano deve diventare una città per tutti. In questo senso stiamo lavorando per facilitare ulteriormente l’accesso a bus e metropolitane e stiamo realizzando zone 30 in grado di garantire la tutela delle utenze deboli. Anche il tema dei pass auto è importante. Abbiamo introdotto la possibilità di effettuare il cambio targa temporaneo comodamente dal sito. Sono solo alcuni passi, ma penso che siamo nella direzione giusta”.

 

Tanti parametri di ricerca per selezionare informazioni “su misura”. Chi entra nella sezione “Banca dati strutture” potrà – per ogni zona di Milano, e in relazione alle attività che si vogliono svolgere – spuntare da un menu a tendina degli specifici parametri di ricerca (difficoltà di deambulazione, persone in carrozzina, disabilità visiva, disabilità uditiva, intolleranze alimentari, allergie ambientali), oppure inserire direttamente il nome della struttura interessata. Expofacile.it selezionerà, così, nel proprio database le informazioni “su misura” richieste.

 

Nove itinerari turistici tutti da percorrere. Da “visitare” anche gli itinerari di turismo accessibile. “I percorsi sono stati elaborati dalla ‘task force’ anti-barriere del Comune di Milano – si legge nella pagina di presentazione – Lungo gli itinerari sono stati realizzati, e sono tuttora in corso, interventi finalizzati a risolvere i problemi più urgenti e migliorare l’accessibilità”. Per ciascun itinerario viene fornita una breve descrizione dei luoghi più interessanti da visitare (chiese, musei, palazzi), proponendo un percorso tra i vari punti d’interesse.

Fonte: INAIL
avatar
  Subscribe  
Notificami