fbpx

Lavoratori autonomi: nuove aliquote contributive per la gestione separata

lentepubblica.it • 16 Marzo 2015


categorie
Con il Milleproroghe sono state definite le aliquote contributive da applicare ai lavoratori autonomi, in possesso di partita Iva, iscritti alla Gestione Separata.

 

L’aumento – si specifica – sarà graduale, infatti per il 2014 e 2015 restano ancorate al 27%, per poi passare al 28% nel 2016 e approdare nel 2017 al 29%.
I contributi dovuti per l’anno 2015 sono calcolati applicando le aliquote così come di seguito specificato:

 

– 27,72% per i soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie;

 

– 23,50% per i soggetti titolari di pensione (diretta e indiretta) o assicurati presso altre forme previdenziali obbligatorie (INPS circolare n. 58 dell’11 marzo 2015).

 

Note
Legge 27 febbraio 2015, n. 11 (GU n. 49 del 28-2-2015)
Art. 10-bis
Proroga di termini in materia previdenziale

 

 

1.Il primo periodo dell’articolo 1, comma 744, della legge 27 dicembre 2013, n. 147, e’ sostituito dal seguente: «Per i lavoratori autonomi, titolari di posizione fiscale ai fini dell’imposta sul valore aggiunto, iscritti alla Gestione separata di cui all’articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335, che non risultino iscritti ad altre gestioni di previdenza obbligatoria ne’ pensionati, l’aliquota contributiva, di cui all’articolo 1, comma 79, della legge 24 dicembre 2007, n. 247, e successive modificazioni, e’ del 27 per cento per gli anni 2014 e 2015, del 28 per cento per l’anno 2016 e del 29 per cento per l’anno 2017».

Fonte: CGIA Mestre
avatar
  Subscribe  
Notificami