INAIL: piano triennale di assunzioni al centro protesi

lentepubblica.it • 18 Gennaio 2016
infortuni, Itinere, dirigentiIl provvedimento deliberato dal presidente De Felice prevede l’assunzione di 56 tra ingegneri e tecnici ortopedici per la struttura di Vigorso di Budrio e le sue articolazioni territoriali. Obiettivo: fornire un servizio qualificato ancora più capillare per rispondere in maniera concreta alle esigenze degli infortunati

 

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del 5 gennaio, prende il via il piano di assunzioni in ambito protesico dell’Inail. Questi i numeri: 56 nuove assunzioni nel triennio 2015-2017, sei bandi di concorso con le prime 20 posizioni. Ingegneri, ortopedici e altre figure professionali tecniche, necessarie per potenziare l’attività del Centro Protesi Inail anche sul piano della delocalizzazione del servizio e rispondere in maniera concreta alle esigenze degli infortunati sul lavoro e di tutte le persone con disabilità motoria. Ricerca e sperimentazione di nuove tecnologie, costruzione di presidi ortopedici e riabilitazione, questo il mandato istituzionale a cui il Centro Protesi Inail assolve attraverso la sede principale a Budrio, quattro punti cliente ausili a Milano, Roma, Bari, Napoli, una filiale storica a Roma ed una in apertura a Lametia Terme, con un suo punto cliente.

 

Potenziata anche la nuova filiale di Lamezia Terme. Grazie al piano assunzioni, tutte le strutture collegate al Centro Protesi saranno quindi potenziate. In particolare la nuova filiale di Lamezia Terme, replicando il modello di Budrio, fornirà un servizio di realizzazione protesi e presidi ortopedici per tutti i livelli di amputazione e di malformazione congenita e consulenza e fornitura ausili per persone con lesione midollare. Per questo motivo vedrà a regime l’impiego di 17 nuove professionalità tecniche, pari a un terzo delle assunzioni totali, che verranno destinate ai reparti protesici di arto inferiore, arto superiore, ortesi e al punto cliente ausili. Lamezia Terme nasce infatti come servizio di prossimità per offrire prestazioni altamente qualificate anche nel sud del Paese.

 

La ricerca per un servizio ancora più qualificato. Sul versante dell’innovazione tecnologica, l’assunzione di ingegneri destinati all’area ricerca del Centro Protesi consentirà di studiare e introdurre soluzioni innovative nei processi di costruzione dei presidi ortopedici e nei trattamenti riabilitativi dei lavoratori gravemente infortunati. Il piano di assunzioni favorirà la possibilità di fornire un servizio qualificato, più capillare sul territorio e con presidi ortopedici e dispositivi tecnologici avanzati. Attualmente il Centro Protesi Inail fornisce mediamente 21.000 prestazioni all’anno, tra trattamenti protesici e forniture ausili, per un totale di 11.000 persone, 80% assistite da Inail e 20% assistite dal servizio sanitario nazionale.

Fonte: INAIL
avatar
  Subscribe  
Notificami