fbpx

Inail e Confindustria promuovono la terza edizione del premio “ Imprese per la sicurezza ”

lentepubblica.it • 29 Maggio 2014

Realizzato con la collaborazione tecnica di Apqi e Accredia, il riconoscimento gode del patrocinio della Presidenza della Repubblica. Il direttore centrale Prevenzione, Ester Rotoli: “Uno strumento per valorizzare le aziende che si distinguono per l’impegno verso il miglioramento continuo in materia di salute e sicurezza”.

Giunge alla terza edizione il premio “Imprese per la sicurezza”, l’iniziativa nata dalla sinergia tra Inail e Confindustria per promuovere una maggiore sensibilità sui temi della salute e sicurezza sul lavoro. Realizzato con la collaborazione tecnica di Apqi (Associazione premio qualità Italia) e Accredia, il premio gode del patrocinio della Presidenza della Repubblica e – in soli due anni – si è affermato come un importante strumento in grado non solo di valorizzare le aziende eccellenti, capaci di mantenere ed accrescere il proprio vantaggio competitivo attraverso la gestione della salute e sicurezza, ma anche di coinvolgere l’intero panorama produttivo in un essenziale processo di diffusione dei valori della prevenzione.
La prevenzione come leva fondamentale di ogni strategia di crescita.“Uno dei principali obiettivi dell’Inail è fare crescere la cultura della prevenzione e della sicurezza affinché questa si affermi sempre più come leva fondamentale per ogni strategia di crescita competitiva delle imprese – afferma Ester Rotoli, direttore centrale Prevenzione dell’Istituto – Il premio “Imprese per la sicurezza” si inserisce proprio in questo contesto e rappresenta un efficace strumento per valutare il grado di completezza e maturità di un’azienda rispetto agli elementi base che costituiscono un buon sistema di gestione per la salute e sicurezza, individuando le aree di forza e di debolezze e, in generale, le priorità su cui è necessario investire per migliorare la propria capacità di gestione di questi aspetti”.

Tre categorie di premi: Award, Prize e menzioni speciali. Partecipare al premio è gratuito e il bando con le modalità è disponibile sul sito di Confindustria. Sono ammesse tutte le imprese produttrici di beni e servizi in Italia, anche non aderenti a Confindustria. Le categorie del riconoscimento sono suddivise per tipologia di rischio (alto o medio-basso) e per dimensione aziendale (minore o uguale a 50 dipendenti; 51-250 dipendenti; oltre 250 dipendenti). Per ciascuna categoria è prevista la possibilità di assegnare premi: “Award” alla fascia più elevata e “Prize” a quella immediatamente successiva. Sono previste, inoltre, menzioni per attività e progetti specifici particolarmente meritevoli.

Un articolato processo di selezione e valutazione. I riconoscimenti sono attributi al termine di un articolato processo selettivo. Dopo l’iscrizione, le aziende devono compilare un questionario on-line finalizzato ad acquisire informazioni relative alla salute e sicurezza, che verrà valutato da un apposito comitato tecnico-scientifico. Le imprese migliori procederanno successivamente alla stesura di un documento nel quale verranno illustrati, nel dettaglio, gli approcci utilizzati per la gestione della salute e sicurezza e i risultati ottenuti. Al termine di una seconda selezione, le aziende verranno infine visitate in loco da un team di valutatori esperti composto da Inail, Confindustria, Apqi e Accredia per l’attribuzione di un punteggio finale in base al quale si procederà all’assegnazione dei premi.

Un totale di 451 aziende iscritte. Nelle due precedenti edizioni, su 451 imprese iscritte, 300 hanno compitato il questionario e partecipato alla selezione per le finaliste. In particolare, nel 2013, 138 aziende hanno compilato il questionario on-line, 51 hanno redatto il successivo documento di valutazione – la cosiddetta application guidata – e 22 sono state selezionate come finaliste. Diciannove sono state le visite in loco, realizzate da altrettanti team che hanno visto impegnati circa 75 valutatori (33 dei quali appartenenti all’Inail). Da segnalare – a dimostrazione di un incremento della qualità complessiva – che nella seconda edizione del premio il punteggio medio raggiunto dalle aziende è stato superiore a quello della prima.

“Le aziende vincitrici un esempio per il sistema Paese”. “Il successo del premio ‘Imprese per la sicurezza’ e i risultati conseguiti ci hanno incoraggiato a perseguire questa strada promuovendo la nuova edizione 2014 – conclude Rotoli – Le imprese più rimarchevoli che abbiamo selezionato sono la dimostrazione di quanto la sicurezza rappresenti un elemento in grado di accrescere il livello competitivo, fornendo un esempio concreto per tutto il panorama aziendale italiano e per il sistema Paese”.

FONTE: Inail

salute e sicurezzza

 

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami