fbpx

INPS: aliquote contributive più leggere per i professionisti

lentepubblica.it • 12 Marzo 2015

Con la conversione del decreto milleproroghe lo stop viene fermato per quest’anno l’aumento dei contributi per gli autonomi iscritti alla gestione separata.

Le aliquote contributive per i lavoratori autonomi, titolari di partita IVA, iscritti alla gestione separata INPS, che non risultino iscritti ad altre gestioni di previdenza obbligatoria o pensionati resta fissata al 27,72% per il 2015. Ne’ ha dato conferma ieri la Circolare Inps 58/2015 con la quale l’istituto precisa le novità introdotte dal milleproroghe 2015, (il decreto legge 192/2014), il cd. milleproroghe. Nei prossimi due anni l’aliquota salierà di un punto percentuale all’anno e dal 2018 schizzerà a quota 33,72% (in assenza di un nuovo correttivo).

Restano invece immutate le aliquote per gli altri collaboratori iscritti alla gestione: quest’anno la loro aliquota sarà pari al 30,72% mentre per gli iscritti in via non esclusiva o pensionati pagano il 23,50%.

Il contributo da pagare sul minimale per il 2015 è dunque pari a 3.653 euro per gli iscritti in via non esclusiva, 4.310 euro per i professionisti con partita iva e 4.776 euro per i collaboratori e le altre figure assimilate. Il minimale risulta fissato a 15.548 euro.

 

 

 

FONTE: Pensioni Oggi (www.pensionioggi.it)

AUTORE: Nicola Colapinto

 

 

studi professionali

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami