Marche. Cassa in Deroga 2014: accordo nella regione

lentepubblica.it • 15 Gennaio 2014

L”intesa tra Regione Marche. Cgil, Cisl, Uil regionali e le associazioni datoriali e professionali consente ad imprese e lavoratori di poter usufruire della Cassa integrazione per ulteriori 3 mesi, fino al 31 Marzo 2014. 
Ancona 15 gennaio 2013. Cassa integrazione in deroga per il 2014 c’è l’intesa tra Regione Marche. CGIL CISL UIL regionali e le associazioni datoriali e professionali.E’ stata prorogata per ulteriori 3 mesi, fino al 31 Marzo 2014, l’accordo che consente ad imprese e lavoratori di poter usufruire della Cassa Integrazione in Deroga.

« Un accordo che garantisce la continuità di protezione sociale ai lavoratori della nostra regione– dichiara Alfonso Cifani, segretario Cisl Marche– Questa intesa è una specie di “accordo ponte” in attesa che vengano definitivamente chiarite dal Governo Nazionale e dalla conferenza Stato – Regioni le nuove norme sul funzionamento della Cassa in Deroga. In attesa di conoscere il riparto del finanziamento per le Marche, continueremo come sindacato a portare avanti iniziative, a tutti i livelli, per ottenere miglioramenti del decreto in questione. »
«Rimane forte la preoccupazione per le risorse necessarie al pagamento della CIG in deroga per il 2014. Una parte del finanziamento nazionale di 1 miliardo e 600 milioni andrà a coprire i mesi da ottobre a dicembre 2013 non ancora pagati, e quello che resta sarà sicuramente insufficiente a coprire il fabbisogno per il nuovo anno. – ribadisce Antonio Bori, responsabile dipartimento mercato del lavoro Cisl Marche – Il Governo dovrà impegnarsi a trovare risorse adeguate, che vadano oltre le risorse stanziate, per garantire una reale copertura di uno strumento di sostegno al reddito così importante per il nostro sistema produttivo di piccole e medie imprese ancora in profondissima crisi.»

FONTE: Cisl

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami