fbpx

Nasce OSHwiki: l’enciclopedia libera sulle malattie professionali e sul fenomeno infortunistico

lentepubblica.it • 3 Settembre 2014

Presentata dall’Eu-Osha in occasione del XX Congresso mondiale di Francoforte, è la prima piattaforma online che consente a esperti di enti di ricerca e istituzioni di creare contenuti, collaborare e condividere conoscenze sul fenomeno infortunistico e sulle malattie professionali in modo semplice e veloce

Favorire la condivisione delle conoscenze sulla salute e sulla sicurezza sul lavoro (Ssl). Questo l’obiettivo che ha portato alla creazione di OSHwiki, la prima piattaforma web che consente ai suoi utenti di attingere a una fonte di informazioni in continuo aggiornamento sul fenomeno infortunistico e le malattie professionali, offrendo loro allo stesso tempo anche la possibilità di creare contenuti e di collaborare in tutte le lingue in modo semplice e veloce.

Una risorsa di riferimento anche per governi e parti sociali. A promuoverla è l’Eu-Osha, che dopo alcuni mesi di sperimentazione ha presentato ufficialmente la versione definitiva lo scorso 25 agosto, in occasione del XX Congresso mondiale sulla sicurezza e la salute sul lavoro di Francoforte, a cui ha preso parte anche l’Inail con una delegazione composta da tecnici e funzionari di diverse direzioni e strutture. OSHwiki mira a diventare un’autorevole risorsa di riferimento non solo per gli esperti del settore, ma anche per altri soggetti impegnati nello sforzo di garantire luoghi di lavoro sani e sicuri, come governi, industria e organizzazioni dei lavoratori.

“È un passo importante per la prevenzione”. Come sottolineato da Christa Sedlatschek, direttrice dell’Agenzia di Bilbao, il varo della nuova piattaforma “segna un passo importante nel tentativo di migliorare la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro europei, oltre a fornire un valore aggiunto ai soggetti coinvolti sia a livello professionale, sia a livello personale”. Grazie a OSHwiki, infatti, “gli esperti possono condividere il proprio lavoro in uno spazio facilmente accessibile e adeguato, mostrare le proprie competenze alla comunità mondiale della Ssl e usufruire di una revisione inter pares della propria attività a opera di un pubblico più ampio”.

La contribuzione vincolata a un processo di accreditamento. Per garantire l’attendibilità delle informazioni messe a disposizione attraverso la nuova enciclopedia online, la possibilità di pubblicare contenuti è vincolata a un processo di iscrizione e accreditamento. Nel progetto sono coinvolti, in particolare, esperti in materia di sicurezza e salute sul lavoro di numerosi istituti di ricerca e organizzazioni nazionali come l’Inail, punto focale italiano dell’Eu-Osha.

Già più di 300 gli articoli disponibili. Gli articoli pubblicati su OSHwiki sono già più di 300 e affrontano un’articolata serie di temi, che spazia dalla gestione e organizzazione della Ssl alle strategie di controllo e prevenzione, dalle modalità per un utilizzo sicuro delle sostanze pericolose alle regole di ergonomia, dall’analisi di gruppi di rischio specifici alle questioni psicosociali, al centro della campagna “Ambienti di lavoro sani e sicuri” 2014-2015.

 

FONTE: INAIL

 

 

infortuni-sul-lavoro-e1393880236301

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami