Gestione Pubblico Impiego: al via nuove sperimentazioni su pensioni

lentepubblica.it • 29 Maggio 2015

schlüssel personCon Circolare n. 110 del 28 maggio 2015 l’INPS ha avviato una fase sperimentale nella procedura-pensioni della Gestione dipendenti pubblici.

 

Nella Circolare n. 110/2015 si evidenzia che i dati presenti sul conto assicurativo individuale, integrati con le informazioni utili per la quantificazione della quota A di pensione (c.d. ultimo miglio), sono direttamente utilizzabili ai fini della determinazione della pensione qualora sia accertata la loro congruità sul piano logico – formale e non siano presenti anomalie né elementi di indeterminatezza nella fonte e/o nei contenuti.

 

Sulla base delle predette premesse è attivata presso le Sedi provinciali individuate al successivo paragrafo 6 una fase di sperimentazione, della durata di sei mesi, con l’obiettivo di esaminare l’intero processo di liquidazione della pensione, con particolare riferimento alla fase di predisposizione della posizione assicurativa dell’iscritto.

 

Tale attività è inoltre finalizzata al monitoraggio del rispetto dei tempi tecnici di adozione del provvedimento previsti dalla legge e al pagamento della pensione senza soluzione di continuità con lo stipendio.

 

Oltre alle posizioni degli assicurati individuate in occasione dell’operazione Estratto Conto, al momento, saranno rese lavorabili nella nuova posizione assicurativa ai fini della sperimentazione tutte le posizioni degli iscritti agli Enti Locali e afferenti al bacino di utenza delle sedi individuate.

 

Ove la sede sperimentale ne ravvedesse l’esigenza, sarà possibile chiedere di riportare una posizione assicurativa per la quale è imminente il pagamento della pensione (primo pagamento) sulla vecchia procedura Sin (“smigrazione”). Si evidenzia che le richieste di smigrazione devono avere il carattere dell’eccezionalità e pertanto devono essere strettamente limitate a fattispecie non altrimenti risolvibili; saranno comunque oggetto di preventiva verifica ed autorizzazione da parte della D.C. Posizione Assicurativa di concerto con la DC Pensioni.

 

Alla luce di quanto sopra, dal 1° giugno 2015 gli enti e le amministrazioni datori di lavoro rientranti nel bacino di competenza delle sedi Inps elencate al successivo paragrafo 6 non sono più tenuti a trasmettere il mod. Pa04 intendendosi in tal senso modificate le istruzioni operative contenute nelle circolare Inpdap n. 34/2003 e successive modifiche, per la parte riguardante la trasmissione delle informazioni necessarie alla liquidazione della pensione.

 

La sperimentazione in oggetto è attivata dal 1° giugno 2015 per sei mesi presso le seguenti sedi:

 

AVELLINO

 

BRINDISI

 

GORIZIA

 

LIVORNO

 

MACERATA

 

PESARO

 

PORDENONE

 

PRATO

 

REGGIO EMILIA

 

ROVIGO

 

SONDRIO

 

TRIESTE

 

UDINE

 

VICENZA

 

Tali Sedi saranno opportunamente abilitate alle applicazioni pensioni integrate con la nuova posizione assicurativa e durante la sperimentazione potranno inoltrare quesiti di carattere giuridico-amministrativo alla casella di p.e. PensioniSin2@inps.it e quelli di carattere tecnico-informatico attivando l’usuale richiesta di assistenza applicativa SIN.

 

In particolare le Sedi, attraverso le Direzioni regionali, comunicheranno a PensioniSin2@inps.it ogni criticità eventualmente riscontrata in fase di liquidazione del trattamento di pensione con le nuove modalità operative nonché eventuali esigenze migliorative. Inoltre, a supporto dell’attività sperimentale svolta dalle sedi, saranno pubblicate in uno spazio dedicato le risposte alle domande frequenti e di interesse comune.

Fonte: INPS - Istituto Nazionale di Previdenza Sociale
avatar
  Subscribe  
Notificami