fbpx

Prestazioni sanitarie e riabilitative: accordo tra INAIL e Regione Sardegna

lentepubblica.it • 15 Dicembre 2015

sanitaaaSottoscritta a Cagliari l’intesa che completa l’attuazione sull’intero territorio nazionale dell’accordo-quadro approvato dalla Conferenza Stato-Regioni il 2 febbraio 2012. De Felice: “Risultato strategico che consente all’Inail di compiere nel modo più efficace il ciclo della presa in carico dei propri assicurati”

 

Più servizi sanitari in Sardegna per chi ha subito un infortunio sul lavoro o è affetto da malattia professionale. E’ stato sottoscritto oggi, a Cagliari, presso la Presidenza del Consiglio regionale, il protocollo d’intesa tra Inail e Regione Sardegna che – in attuazione dell’accordo-quadro approvato dalla Conferenza Stato-Regioni il 2 febbraio 2012 – consente all’Inail di integrare la propria offerta socio-sanitaria con oneri a carico dell’Istituto.

 

La prima sottoscrizione in Emilia Romagna il 4 febbraio 2013. A siglare l’intesa sono stati – su delega del presidente della Regione Sardegna, Francesco Pigliaru – il direttore generale della presidenza,  e – su delega del presidente dell’Inail, Massimo De Felice – il responsabile pro tempore della direzione regionale Sardegna. La firma del protocollo in Sardegna completa il cammino di sinergia avviato dall’Inail e dai Servizi sanitari regionali in tutto il Paese e cominciato il 4 febbraio 2013 con la prima sottoscrizione tra l’Istituto e la Regione Emilia Romagna.

 

“Lavoratori infortunati e tecnopatici accompagnati lungo l’interno percorso di cura, riabilitazione e reinserimento”. “La firma del protocollo con la Regione Sardegna è motivo di particolare soddisfazione poiché porta a compimento su tutto il territorio nazionale l’attuazione dell’accordo-quadro tra lo Stato e le Regioni – afferma il presidente dell’Inail, Massimo De Felice – Si tratta di un risultato importante che consente all’Inail di completare nel modo più efficace il ciclo della presa in carico dei propri assicurati, accompagnando i lavoratori infortunati e tecnopatici lungo l’intero percorso di cura, riabilitazione e reinserimento sociale e professionale, e di rafforzare, nell’ambito del Polo salute e sicurezza, le collaborazione con le strutture locali e con le Regioni”.

 

I servizi erogati presso strutture accreditate o convenzionate. In base al protocollo d’intesa Inail e Regione Sardegna individueranno le strutture pubbliche o private accreditate o convenzionate col Servizio sanitario con cui stipulare convenzioni attuative per erogare le prestazioni integrative necessarie al recupero dell’integrità psicofisica degli infortunati e tecnopatici, anche ai fini del loro reinserimento socio-lavorativo. Inoltre, l’accordo prevede che l’Inail possa erogare anche a tutti i cittadini assistiti da Servizio sanitario prestazioni sanitarie, incluse quelle di assistenza protesica.

 

Possibili sinergie anche sul fronte della ricerca e della formazione.L’intesa dispone, inoltre, tramite la stipula di ulteriori convenzioni attuative, la possibilità di attivare tra i due partner nuove forme di collaborazione anche in riferimento a progetti di ricerca scientifica e di formazione in ambito protesico e riabilitativo; percorsi di reinserimento sociale e lavorativo; iniziative di promozione della pratica sportiva – a livello agonistico e amatoriale – a favore delle persone con disabilità; iniziative di comunicazione e sensibilizzazione sempre incentrate sulle tematiche della disabilità.

Fonte: INAIL
avatar
  Subscribe  
Notificami