fbpx

Da oggi via alla nuova procedura di verifica del DURC online

lentepubblica.it • 1 Luglio 2015

durcLa regolarità contributiva sarà scaricabile in pdf in tempo reale. L’iniziativa, resa possibile grazie all’impegno congiunto di Inail, Inps, Casse edili e Ministero del Lavoro, dà attuazione a quanto è stato previsto dal decreto dello scorso 30 gennaio, adottato per semplificare gli adempimenti delle imprese

 

Sarà operativa da oggi, primo luglio, la nuova procedura per il rilascio del Durc online, il documento unico di regolarità contributiva. L’iniziativa, resa possibile dall’impegno congiunto di Inail, Inps, Casse edili e Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, rende efficaci le disposizioni deldecreto ministeriale dello scorso 30 gennaio, adottato con l’obiettivo di semplificare gli adempimenti delle imprese italiane, con notevoli risparmi di tempo e risorse economiche anche per le pubbliche amministrazioni.

 

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha avviato una campagna di comunicazione diretta ad informare le imprese sulla nuova procedura necessaria per ottenere il Durc.

 

La regolarità avrà una validità di quattro mesi. Grazie alla nuova procedura, sarà sufficiente un click del mouse per ottenere in tempo reale la regolarità contributiva, che avrà una validità di 120 giorni e potrà essere utilizzata per ogni finalità richiesta dalla legge, senza la necessità di richiederne ogni volta una nuova. Sarà inoltre possibile utilizzare, scaricandolo liberamente dai siti degli Istituti, un documento di regolarità ancora valido, sebbene richiesto da altri soggetti. L’utente, a seconda che l’accesso al servizio sia effettuato dal portale Inail o dal portale Inps, dovrà autenticarsi utilizzando le credenziali valide per l’ente dal quale si sta collegando.

 

La nuova procedura. L’impresa regolare sotto il profilo contributivo finora doveva attendere anche un mese per ottenere il Durc, attraverso un procedimento amministrativo complesso. La nuova procedura, invece, da adesso permetterà di accedere all’archivio degli Istituti e delle Casse edili per ottenere subito la regolarità. Nel caso questo non sia possibile in tempo reale, le cause dell’irregolarità saranno comunicate all’interessato, che potrà sanare la propria posizione entro 15 giorni.

 

I benefici anche da un punto di vista economico. I benefici saranno significativi anche dal punto di vista economico, con un risparmio complessivo per la Pa e per le imprese. Per le amministrazioni pubbliche, in particolare, la verifica della regolarità delle imprese appaltatrici sarà possibile in tempi brevissimi, con l’ottimizzazione dei tempi di gestione degli appalti e dei pagamenti e con forti risparmi sull’utilizzo del personale adibito a tale attività.

Fonte: INAIL
avatar
  Subscribe  
Notificami