fbpx

Bonus aggiornamento dei prof: i 500 euro già da quest’anno?

lentepubblica.it • 7 Settembre 2015

Banknote, Geldschein, 500 Euro, Europaeische Waehrung, Geld Photo: Michaela BruckbergerI 500 euro di bonus per l’aggiornamento dei prof? Arriveranno quest’anno, stanziati oltre 200 milioni, subito disponibili. Lo ha detto il ministro Giannini al Messaggero del 7 settembre.

 

Sui 500 euro di bonus per gli insegnanti, destinati all’aggiornamento, Giannini fa sapere che “arriveranno già quest’anno. Abbiamo stanziato oltre 200 milioni e sono subito disponibili”.

 

I docenti avranno a disposizione 500 euro all’anno per la propria formazione: si va dai libri ai software, dai concerti ai corsi. È quanto prevede l’articolo 12 del ddl Scuola approvato dall’aula della Camera che contiene la cosiddetta ‘Carta del docente’.

 

Dunque l’articolo approvato prevede l’istituzione della Carta elettronica per l’aggiornamento e la formazione del docente di ruolo delle scuole di ogni ordine e grado, da utilizzare per acquisti o iniziative di carattere culturale. Per tale finalità è autorizzata la spesa di euro 381,137 milioni annui a decorrere dall’esercizio 2015. Prevede, inoltre, l’adozione, ogni tre anni, di un Piano nazionale di formazione, sulla cui base le scuole definiscono le attività di formazione, che sono obbligatorie.

 

Aumenti di stipendio? “Per questo c’è il ministro Madia. Noi siamo pronti, la scuola parte già con un piede avanti. Abbiamo messo denaro e cambiato le regole. Se sul fronte degli stipendi si riapre la partita, noi ci siamo”.

 

“La mobilità nel pubblico impiego, anche nel mondo della scuola, è un dato storico e questa legge non la incrementa, anzi nel tempo diminuirà. Si tratta di una mobilità fisiologica nei numeri stabiliti: è il 15% su un totale di 100 mila persone. Francamente chiamarla deportazione mi sembra eccessivo”.

 

Per quanto riguarda i tempi di attuazione della riforma, dopo aver detto che sarà entrata a regime non prima di tre anni, Giannini parla del suo completamento. “E’ stata approvata il 16 luglio, il nostro programma indica circa un anno e mezzo, quindi la fine dell’anno solare 2016 per completarla. Stiamo rispettando puntualmente tutte le tappe”.

Fonte: Tecnica della Scuola (www.tecnicadellascuola.it) - articolo di Alessandro Giuliani
avatar
  Subscribe  
Notificami