Rinnovo Contratto Statali: le stime sugli aumenti in busta paga

lentepubblica.it • 29 Marzo 2021

rinnovo-contratto-statali-stime-aumenti-busta-pagaRinnovo Contratto Statali: ecco le prime stime sugli aumenti in busta paga in arrivo. Scopriamo assieme le prime elaborazioni.


A partire dalla firma del “Patto per l’innovazione del lavoro pubblico e la coesione sociale“, Il Governo ha avviato a tal proposito i primi confronti con i sindacati, cercando di coinvolgere i rappresentanti dei lavoratori nella PA e fissando i primi obiettivi.

Adesso emergono le prime cifre che potrebbero riguardare gli aumenti in busta paga: scopriamoli.

Rinnovo Contratto Statali: le stime sugli aumenti in busta paga

Uno degli elementi più importanti del Patto è il rinnovo dei contratti relativi al triennio 2019-2021. Rinnovo che interessa oltre 3 milioni di dipendenti pubblici e vedrà confluire l’elemento perequativo delle retribuzioni all’interno della retribuzione fondamentale.

Ad elaborare le prime stime sugli aumenti in busta paga che saranno introdotti con il rinnovo contratto degli Statali è la Federazione Confsal-Unsa, che ha delineato il calcolo degli aumenti in base alle risorse previste dal Governo.

le risorse stanziate dal Governo (circa 7,8 miliardi di euro) garantiranno un aumento medio del 4,07% a tutti i lavoratori impiegati nella Pubblica Amministrazione, con importi in busta paga che non saranno fissi (e uguali) per tutti ma cambieranno a seconda del settore di riferimento.

Secondo queste Risorse e tenendo conto della retribuzione media dei dipendenti, si prevedono i seguenti aumenti:

  • Agenzie fiscali (Agenzia Entrate, Dogane, Demanio etc.) stipendio medio intorno ai 37.294 euro l’anno –> aumento corrisponderebbe a circa 116,76 euro mensili lordi;
  • ministeri – stipendio medio si aggira intorno ai 30.211 euro euro l’anno –> aumento corrisponderebbe a circa 94,58 euro mensili lordi;
  • negli Enti pubblici non economici (come Inps e Inail) stipendio medio intorno ai 40 mila euro euro l’anno –> aumento corrisponderebbe a circa 126 euro mensili lordi;
  • amministrazioni locali (come i comunali) stipendio medio si aggira intorno ai 29.135 euro l’anno –> aumento corrisponderebbe a circa 91 euro mensili lordi;
  • lavoratori dipendenti del servizio sanitario (esclusi i medici, che fanno parte del personale dirigente e hanno una contrattazione separata) aumento dovrebbe essere di poco più di 97 euro mensili lordi;
  • infine personale della scuola stipendio medio si aggira intorno ai 31.500 euro –>aumento corrisponderebbe a circa 98 euro mensili lordi.

Ovviamente si tratterebbe di importi medi e non fissi.

Il documento con l’elaborazione dati

Potete leggere qui il documento completo.

 

5 2 votes
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments