fbpx

Lavoro straordinario. Aran ad Anci: possibile integrazione risorse

lentepubblica.it • 30 Aprile 2014
Il presidente dell’Aran, Sergio Gasparrini ha risposto in una nota alla questione sollevata dall’Anci, con lettera del segretario generale, Veronica Nicotra, in merito ad un orientamento con il quale l’Agenzia ha ritenuto che gli oneri per compensare le prestazioni di lavoro straordinario – in occasione delle consultazioni elettorali amministrative – debbano trovare una copertura esclusiva all’interno del fondo ordinario disciplinato dall’art. 14 del CCNL 1999.
L’Anci, raccogliendo le preoccupazioni espresse da numerosi Comuni, ha segnalato come questa interpretazione abbia paventato, soprattutto negli Enti di minori dimensioni demografiche, con una ridottissima capienza nel fondo destinato al lavoro straordinario, l’impossibilità di assicurare la piena funzionalità dei servizi elettorali.
L’Aran, prendendo atto delle difficoltà rappresentate, e considerando la necessità di garantire il regolare svolgimento delle consultazioni elettorali, ha affermato che nell’ipotesi di Comuni che abbiano già utilizzato in tutto o in parte, le risorse destinate al finanziamento del lavoro straordinario per il 2014, o nel caso di assoluta incapienza delle stesse, sarà possibile – sul presupposto delle suddette motivazioni – procedere eccezionalmente all’integrazione delle risorse in questione con risorse proprie, al fine di compensare le ore di lavoro straordinario che non trovino copertura nei fondi già stanziati o con riposi compensativi.
L’esercizio di questa facoltà dovrà comunque tenere conto del rispetto di tutti i vincoli in materia di finanza pubblica concernenti il patto di stabilità e gli strumenti di contenimento della spesa di personale, nel rispetto della capacità di spesa di ciascun ente.
Questione sollevata dall’Anci: clicca qui
FONTE: Anci
lavoro straordinario
Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami