fbpx

Unico 2014. Artigiani, professionisti e commercianti: alcuni chiarimenti dell’Inps

lentepubblica.it • 11 Giugno 2014

Unico 2014, artigiani, professionisti e commercianti: alcuni chiarimenti dell’Inps.

L’Inps ha fornito, con la circolare n. 74 una serie di importanti indicazioni per la compilazione del quadro “RR” del modello Unico 2014 da parte di artigiani, commercianti e professionisti iscritti alla Gestione separata, ai fini della determinazione dei contributi dovuti all’Inps stesso.

In particolare, viene fatto presente che i contributi da versare sulla quota di reddito che eccede il minimale, dovranno essere corrisposti alla medesime scadenze previste per il pagamento delle imposte sui redditi. Ciò significa che i termini ultimi cadono il 16 giugno o il primo luglio 2014 per quanto riguarda, rispettivamente, i versamenti a saldo per l’anno d’imposta 2013 e per il primo acconto 2014; per il secondo acconto 2014, invece, la data è stata fissata al 30 novembre.

Tuttavia, i contribuenti che vogliono versare la contribuzione dovuta, ovvero saldo 2013 e primo acconto 2014, nel periodo compreso tra il 17 giugno e il 16 luglio 2014 dovranno applicare sulle somme lamaggiorazione dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo, per evitare la richiesta di sanzioni per ritardato versamento. L’Inps sottolinea anche che se dovessero emergere debiti a titolo di contributi dovuti sul minimale di reddito e se il contribuente ha intenzione di regolarizzare la propria posizione tramite il modello F24, allora la codeline da riportare sul modello è “quella prevista per i predetti contributi sul minimale di reddito (codeline del titolare)”.

FONTE: CGIA Mestre

unico 2014

 

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami