Concorso Dirigenti Scolastici, Sentenza rinviata: ancora buio sulla vicenda

lentepubblica.it • 3 Settembre 2019

concorso-dirigenti-scolastici-sentenza-rinviataAncora un ennesima proroga sullo scottante tema del Concorso Dirigenti Scolastici: Sentenza rinviata dal Consiglio di Stato. E la situazione appare ancora abbastanza intricata.


Concorso Dirigenti Scolastici, Sentenza rinviata: ecco la nuova data in cui si deciderà (forse) sulla vicenda.

Ecco tutti i dettagli.

Ricordiamo che il corso-concorso dirigenti scolastici mira a selezionare i più meritevoli. E ad accrescerne ulteriormente le competenze professionali e culturali grazie al successivo corso di formazione con relativo tirocinio.

A questo link una panoramica su tutto ciò che è necessario sapere.

Concorso Dirigenti Scolastici, Sentenza rinviata

La sentenza di merito del CdS riguardante il concorso per Dirigente scolastico 2017, fissata in un primo momento per il 17 ottobre 2019, è stata spostata al 12 marzo 2020.

Il Consiglio di Stato, in una recente pronuncia, aveva reso palesi le proprie motivazioni riguardanti la sospensiva:

“Sulla base di un bilanciamento di tutti gli interessi in conflitto ed alla luce di una valutazione comparativa degli effetti scaturenti dall’esecuzione dell’appellata sentenza nelle more del giudizio di merito, con particolare riguardo all’incidenza sull’assetto organizzativo dell’amministrazione della scuola in prossimità dell’inizio del nuovo anno scolastico, deve ritenersi preminente l’interesse pubblico alla tempestiva conclusione della procedura concorsuale, anche tenuto conto della tempistica prevista per la procedura di immissione in ruolo dei candidati vincitori e per l’affidamento degli incarichi di dirigenza scolastica con decorrenza dal 1° settembre 2019″.

Come si gestiscono le rinunce al Concorso?

Stanno per concludersi presso gli USR le operazioni di affidamento degli incarichi dirigenziali ai primi 1.984 dirigenti scolastici vincitori di concorso. E nell’incontro di informativa convocato per il 27 agosto a seguito della richiesta unitaria di FLC CGIL, Cisl Scuola, UIL Scuola RUA e SNALS Confsal, il MIUR ha fornito alle organizzazioni sindacali presenti il prospetto, non ancora definitivo, delle rinunce che si stanno registrando in tutte le regioni.

Il dato, anche se non allarmante come nelle scorse settimane si paventava da più parti. Si attesta a oggi a 41 rinunce, poco più del 2% degli incarichi complessivamente attribuiti e si registra soprattutto nelle grandi regioni del nord (Piemonte Lombardia Veneto).

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami