A rischio l’Esame di Maturità 2020? Il CSPI chiede modifiche immediate

lentepubblica.it • 15 Maggio 2020

esame-maturita-2020-cspiGrande perplessità sulla scelta di fare svolgere in presenza l’esame di maturità. Il CSPI avverte: così la maturità è a rischio.


Esame di Maturità 2020: il CSPI (Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione) chiede modifiche immediate alle tre ordinanze ministeriali su esame di maturità, licenza media e valutazione finale.

Il parere arriva a seguito della decisione del MIUR di far svolgere la maturità in presenza ed in formato esclusivamente orale. La maturità dovrebbe prendere il via – in presenza – da martedì 17 giugno alle ore 8.30.

Esame di Maturità 2020: il parere del CSPI

Il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione, in primo luogo raccoglie la forte preoccupazione del mondo della scuola per la situazione sanitaria di emergenza in cui versa il Paese.

Consapevole che la situazione non potrà essere mutata nei prossimi mesi, secondo quanto chiarito dalle autorità sanitarie, ritiene indispensabile l’emanazione urgente di un protocollo di sicurezza nazionale stringente. Un documento dettagliato e prescrittivo a garanzia della salute di tutto il personale coinvolto nell’esame di Stato e degli alunni.

In assenza di tale protocollo nell’impossibilità di poterne applicare le prescrizioni ritiene indispensabile prevedere con immediatezza la realizzazione a distanza di tutte le operazioni d’esame.

Inoltre, serve rendere più snello il colloquio in cui consisterà l’intero esame. Eliminando lo scritto di partenza sulla materia di indirizzo che al momento va consegnato entro il 13 giugno sulla base di un argomento concordato con i prof entro il 1° del mese prossimo. Meglio limitarsi a indicare l’argomento e approfondirlo poi durante l’orale.

Infine, il CSPI richiede provvedimenti normativi che riducano

  • il numero minimo di alunni di ogni istituzione scolastica dimensionata
  • e il numero minimo di alunni per classe e di conseguenza determinino l’aumento degli organici di tutto il personale della scuola, dirigente, docente, ATA.

Così da garantire l’avvio dell’anno scolastico in sicurezza per alunni e personale. Si mira anche alla realizzazione efficace delle necessarie azioni di recupero e consolidamento per gli studenti.

A questo link il testo completo del parere del CSPI.

 

0 0 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments