fbpx

Fondo istituto 2019: Scuole ancora in attesa dei soldi?

lentepubblica.it • 28 Giugno 2019

fondo-istituto-2019-scuoleFondo Istituto 2019: Scuole ancora in attesa dei soldi? La denuncia arriva direttamente dal Sindacato Gilda degli Insegnanti.


Fondo istituto, Gilda: scuole ancora in attesa dei soldi. Numerose le rimostranze pervenute dalle scuole. Di Meglio: “Situazione inaccettabile, Miur e Mef accelerino i tempi”.

Tutti i soldi previsti per il FIS, Fondo dell’Istituzione Scolastica sono ancora bloccati. In attesa delle verifiche da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Fondi con cui vengono pagate le funzioni e i progetti svolti dai docenti.

A sollevare la questione è la Gilda degli Insegnanti in seguito alle numerose rimostranze pervenute dalle scuole in merito al mancato accredito delle somme del FIS per l’anno scolastico 2018/19.

Fondo istituto 2019 Scuole: il commento della Gilda

“Da verifiche che abbiamo effettuato consultando gli uffici del Miur – spiega il coordinatore nazionale della Gilda, Rino Di Meglio – ci risulta che, oltre alle somme relative all’anno scolastico appena concluso, sarebbero bloccate anche le risorse del FIS 2017/18 che non sono mai arrivate agli istituti. Si tratta di una situazione inaccettabile e chiediamo che Miur e Mef accelerino i tempi di accredito dei fondi, così da corrispondere i compensi dovuti ai docenti”.

Il Fis (Fondo di Istituto) è l’insieme di risorse finanziarie che arrivano alla scuola per retribuire attività aggiuntive, e/o l’intensificazione delle attività. Riguarda sia docenti che ATA.

L’art. 26 del CCNL del 31 agosto ’99 istituì – in conseguenza dell’autonomia scolastica, entrata in vigore l’1 settembre del 2000 – per tutte le scuole di ogni ordine e grado il fondo dell’istituzione scolastica, destinato a retribuire le prestazioni del personale finalizzate a sostenere esigenze didattiche e organizzative derivanti dalla concretizzazione del Pof e la qualificazione e l’ampliamento dell’offerta di istruzione e formazione, anche in relazione alla domanda proveniente dal territorio.

Fonte: Gilda degli Insegnanti
avatar
  Subscribe  
Notificami