Inserimenti Diplomati nel Lavoro: gli Istituti Professionali i migliori

lentepubblica.it • 1 Febbraio 2020

inserimenti-diplomati-lavoro-istituti-professionaliA presentare questi dati è il MIUR, che analizza i dati sull’inserimento dei diplomati nel mondo del lavoro, relativamente agli anni scolastici 2013/2014, 2014/2015 e 2015/2016.


Inserimenti Diplomati nel Lavoro, gli Istituti Professionali i migliori: a dirlo è il MIUR.

Lo studio elaborato dal Ministero fornisce una anticipazione dei principali dati relativi alle performance degli studenti in entrata nel mondo del lavoro, dopo il conseguimento del diploma, degli studenti diplomati.

Questi primi dati, comunque già estremamente indicativi, saranno seguiti dal relativo focus, sulla base del precedente “Focus: Risultati a distanza: inserimento nel mondo del lavoro dei diplomati”, pubblicato a giugno 2018.

Si integrano nel Report i dati degli studenti (Ministero Istruzione), con le informazioni derivanti dalle Comunicazioni Obbligatorie -SISCO- del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Questo perchè i dati contenuti nelle Comunicazioni Obbligatorie permettono di analizzare i tipi di rapporti di lavoro attivati dal singolo studente, la durata del contratto, il settore, disegnando, pertanto, una dettagliata raffigurazione della domanda di lavoro degli studenti diplomati.

Inserimenti Diplomati nel mondo del Lavoro: Istituti Professionali al top

Sul totale dei diplomati per ogni anno scolastico, circa il 37% ha attivato almeno un contratto di lavoro nei due anni successivi al conseguimento del diploma. Osservando i diplomati per percorso di studi, circa il 60% degli studenti di indirizzi Professionali ha attivato un contratto, a fronte di circa il 50% dei diplomati degli indirizzi Tecnici e di circa il 22% dei diplomati nei Licei.

Il tipo di contratto maggiormente utilizzato è quello a tempo determinato:

  • 48,9% nel 2013/2014;
  • 49,6% nel 2014/2015;
  • 49,4% nel 2015/2016.

Prevale largamente il settore occupazionale dei Servizi (75,4% nel 2013/2014; 76,2% nel 2014/2015; 76% nel 2015/2016), seguito da Industria (19,3%; 18,6%; 19,2%) e Agricoltura (5,3%; 5,2%; 4,8%).

Primo contratto

Il 28,8% dei diplomati nei tre anni scolastici ha ottenuto il primo contratto entro una fascia di tempo da tre a sei mesi dal conseguimento del titolo di studio; il 12,4% ha trovato un posto in meno di un mese; il 14,5% ha atteso più di un anno. Tra i primi contratti si conferma la prevalenza di quelli a tempo determinato: 41,2% nel 2013/2014; 41% nel 2014/2015; 42,7% nel 2015/2016.

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami