Legge di Bilancio, novità in materia di Istruzione per gli Enti Locali

lentepubblica.it • 17 Gennaio 2018

spese-730-istruzione-550x342Le principali novità in materia di istruzione, di interesse dei Comuni, a seguito dell’approvazione della Legge di Bilancio 2018.


 

L’Anci Lombardia, con comunicato del 12 gennaio 2018 ha diffuso la circolare n.16/2018, avente ad oggetto: “Comunicazioni Dipartimento Istruzione – Legge 27 dicembre 2017, n. 205 “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020″ – Principali novità in materia di istruzione, di interesse dei Comuni”.

 

Ad esempio, il comma 70 della legge di bilancio 2018 autorizza la spesa di € 75 mln per l’esercizio delle funzioni relative all’assistenza per l’autonomia e la comunicazione personale degli alunni della scuola secondaria con disabilità fisiche o sensoriali (art. 13, c. 3, L. 104/1992) e ai servizi di supporto organizzativo del servizio di istruzione per i medesimi alunni (art. 139, c. 1, lett. c, d.lgs. 112/1998). Si tratta delle funzioni che l’art. 1, c. 947, della L. 208/2015 (legge di stabilità 2016), richiamato nel testo, ha attribuito alle regioni, a decorrere dal 1° gennaio 2016. Nessuna assegnazione viene stabilita per i comuni, nonostante le richieste ANCI, che effettuano la stessa assistenza per gli alunni del primo ciclo dell’istruzione con risorse proprie e senza trasferimenti statali.

 

Il comma 318 della legge di bilancio 2018 istituisce, a decorrere dal 2018, un Fondo per la promozione del libro e della lettura. La dotazione annua del fondo è pari a 4 milioni di euro, di cui una quota pari a 1 milione di euro annui e’ destinata alle biblioteche scolastiche. Il Fondo, gestito dal Centro per il libro e la lettura, sarà ripartito secondo modalità stabilite con apposito decreto del Mibact, di concerto con il Miur e con il Mef, da emanare il 31 marzo di ogni anno.

 

I commi 677 e 678 della legge di bilancio 2018 incrementano le risorse per le scuole innovative. È previsto (comma 677) che ai 300 milioni già stanziati dall’articolo 1, commi 153 e seguenti, della legge 13 luglio 2015, n. 107, (finalizzati ad innalzare il livello di sicurezza degli edifici scolastici e favorire la costruzione di scuole innovative dal punto di vista architettonico, impiantistico, tecnologico, dell’efficienza energetica e della sicurezza strutturale e antisismica, caratterizzate dalla presenza di nuovi ambienti di apprendimento e dall’apertura al territorio) si aggiungano altri 50 milioni. È inoltre previsto (comma 678) che ai 9 milioni già stanziati dall’articolo 1, commi 153 e seguenti, della legge 13 luglio 2015, n. 107, (finalizzati a porre a carico dello Stato i canoni di locazione che gli enti locali dovranno corrispondere all’INAIL) si aggiungano altri 1,5 milioni annui.

 

Per leggere il testo completo della circolare dell’ANCI Lombardia potete scaricare il file in PDF in allegato a questo articolo.

 

 

Fonte: ANCI - Associazione Nazionale dei Comuni Italiani
avatar
  Subscribe  
Notificami