fbpx

Mancato pagamento stipendi ai Supplenti: emissione speciale di NoiPA

lentepubblica.it • 20 Dicembre 2017

noiPA --Emissione speciale NoiPA per mancato pagamento degli stipendi ai Supplenti: breve avviso di NoiPA sulla propria pagina Facebook.


Sul punto il MIUR aveva confermato di aver effettuato l’ultimo decreto di riparto e di averlo trasmesso al MEF per le liquidazioni mensili e aveva di nuovo ribadito che le disponibilità dei fondi sui rispettivi capitoli di spesa ci sono. Le difficoltà circa il mancato pagamento di diversi supplenti sono state imputabili a NoiPA che non è riuscito ad elaborare in tempi utili tutti i contratti.

 

NoiPA ha adesso pubblicato, sulla propria pagina Facebook, l’avviso di una emissione speciale prevista entro il 22 dicembre. L’elaborazione degli emolumenti riguarderebbe oltre 105.000 contratti.

 

Speriamo che NoiPA abbia risolto questo serio problema che riguarda i precari che sono rimasti, purtroppo, senza stipendio e per i quali abbiamo messo a disposizione la nostra tutela legale. E speriamo anche che, in queste occasioni, NoiPA utilizzi il proprio portale istituzionale per avvisare tutti gli utenti interessati.

 

screen noipa

 

 

Il cedolino è un documento che riporta le voci inerenti i dettagli di pagamento e/o le ritenute relative allo stipendio di un lavoratore dipendente, in un determinato mese. Per tutti gli amministrati gestiti da NoiPA, è disponibile il cedolino della rata stipendiale in formato elettronico, derivante dalle elaborazioni delle informazioni inerenti le competenze fisse ed accessorie.

 

Tale documento è consultabile accedendo direttamente all’area riservata del portale, nella sezione “Documenti Personali”, inserendo le credenziali di accesso (codice fiscale e password) o utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Il cedolino relativo ad ogni rata rimane disponibile nell’area riservata per i 15 mesi successivi alla pubblicazione.

 

Le informazioni presenti sul cedolino che, non avendo limiti di spazio può presentare più pagine virtuali per l’esposizione dei dettagli di pagamento e/o ritenute, sono organizzate secondo una struttura standard:

 

 

  • prima pagina, con informazioni riepilogative  quali ad esempio dati anagrafici, competenze fisse ed accessorie, dati relativi alle ritenute e alle detrazioni, imponibile, Irpef ecc..
  • seconda pagina, con elementi di dettaglio caratterizzanti le informazioni riepilogative contenute nella prima pagina e importi progressivi
  • terza pagina (se presente), con eventuali informazioni aggiuntive per l’amministrato
Fonte: FLC CGIL - Federazione Lavoratori della Conoscenza
avatar
  Subscribe  
Notificami