fbpx

Il MIUR tentenna e resta vago su economie del MOF e sulle aree a rischio

lentepubblica.it • 5 Settembre 2014

Secondo il resoconto della Flc Cgil, il Miur non è ancora in grado di quantificare le economie relative all’a.s. 2013/2014 e, per quanto riguarda le aree a rischio, il Ministero ha presentato un’ipotesi di CCNI per l’a.s. 2014/2015, che non tiene per il momento conto dei risultati dei monitoraggi degli U.s.r., che non sono ancora stati ultimati

Si è svolto al Miur il primo incontro d’informativa su alcune tematiche importanti.

Innanzitutto si è parlato delle economie del MOF a.s. 2013/2014: secondo quanto riportato dalla Flc Cgil, il Miur non è ancora in grado di quantificare le economie dell’a.s. 2013/2014, essendo in attesa dei dati relativi alla pratica sportiva e alle doppie indennità spettanti ai sostituti dei DSGA e mancando, inoltre, dalla rilevazione alcune scuole per definire il fabbisogno. Il Sindacato ha al riguardo espresso al Miur l’urgenza di definire le economie spettanti alle scuole, “poiché è necessario individuare al più presto la possibilità di capienza per coprire le posizioni economiche del personale ATA, nel periodo che va dal 1^ settembre al 31 dicembre 2014, in quanto riconosciute solo giuridicamente”.

Nell’incontro coi sindacati il Ministero ha presentato anche l’Ipotesi di CCNI 2014/2015 sulle aree a rischio, richiamando l’urgenza di sottoscrivere al più presto l’accordo, considerati i tempi piuttosto lunghi dell’iter di certificazione dei contratti (regionale e nazionale). Nell’accordo non saranno però ancora inseriti i risultati dei monitoraggi degli UU.ss.rr. che non sono ancora stati ultimati. Quello che si sa è che il totale dei fondi delle aree a rischio di quest’anno sarà ridotto rispetto al 2013/2014 e le risorse serviranno per lo più a coprire i progetti in quei contesti territoriali dove c’è una forte dispersione scolastica (il 30% nelle regioni meridionali) e avvengono dei processi immigratori. Nulla di nuovo per quanto riguarda, invece, i criteri e le percentuali di ripartizione dei fondi a livello regionale.

I sindacati si sono riservati di firmare l’accordo, non appena pronti i monitoraggi richiesti, previo ulteriore incontro informativo.

Il Ministero ha, inoltre, informato che a breve saranno effettuate le erogazioni spettanti per l’a.s. 2013/2014.

Nell’incontro si è parlato anche del personale della scuola utilizzato e comandato presso altri uffici del MIUR ex art. 86 CCNL. A proposito, il Miur ha comunicato che l’accordo per la destinazione delle risorse deve ancora essere registrato della Ragioneria Generale, la quale ha mosso dei rilievi ai quali il Ministero sta rispondendo.

FONTE: Tecnica della Scuola (www.tecnicadellascuola.it)

mof

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami