NoiPA, con Codice Fiscale e Password come si accede?

Simone Bellitto • 3 Luglio 2019

noipa-codice-fiscale-passwordCome si accede all’area riservata del portale NoiPA con Codice Fiscale e Password? Ecco un breve tutorial.


NoiPa si occupa di gestire gli stipendi del personale della Pubblica Amministrazione, in particolare relativamente all’elaborazione, alla liquidazione e alla consultazione. Per poter visualizzare il famoso cedolino stipendio, tuttavia, occorre accedere all’area riservata. Come si fa ad accedere? Ecco la procedura.

Primo accesso

In particolare, se si tratta di primo accesso, verrà mostrata la mappa di inserimento degli identificativi dei Cedolini associati all’utente, per verificare che l’utente che si sta connettendo sia in possesso di due cedolini trasmessi al dipendente relativi alle ultime 15 mensilità. Di seguito viene mostrata la mappa di inserimento dei Cedolini:

A questo punto, l’utente dovrà obbligatoriamente cambiare la password ed impostare i criteri di ricerca nel caso se la dovesse dimenticare. L’utente potrà facoltativamente inserire il proprio indirizzo di e-mail, utilizzato dal sistema per inviare all’utente la nuova password, nel caso la dimenticasse. Il sistema automaticamente invierà una mail all’indirizzo indicato dall’utente per verificare che l’indirizzo sia stato inserito in modo corretto.

Selezionando il pulsante ‘Conferma’, l’utente entrerà nella Home Page autenticata con il menu delle funzionalità consone al proprio ruolo.

Nel caso si tratti di un accesso successivo al primo, quando l’utente inserisce le proprie credenziali, accede direttamente alla Home Page autenticata.

In ogni mappa si ha comunque sempre la possibilità di tornare nella parte pubblica del sistema, senza terminare il processo di autenticazione, mediante il link ‘Torna al Portale’, visibile nella prima immagine mostrata.

Ottenere le credenziali

Nel caso in cui l’utente non sia ancora  in possesso della password di  accesso al portale  deve rivolgersi al Responsabile dell ‘identificazione (RID) del proprio ufficio di servizio per farsi identificare, comunicare il proprio indirizzo e-mail ed eventualmente il numero di cellulare e, seguendo la procedura proposta dal sistema, procedere alla conferma dell’indirizzo e-mail e del numero di telefono fornito.  Confermato l’indirizzo e-mail l’utente otterrà via mail la password provvisoria e il link per accedere alla maschera di modifica password.

Effettuata la modifica della password l’utente potrà accedere all’area riservata del portale.

In fase di primo accesso si riceve anche il codice PIN, necessario all’utilizzo dei servizi self service, accessibili dalla stessa Area, Il  PIN viene inviato via e-mail o tramite SMS, se è stato fornito e validato il numero di cellulare.

Login Area riservata

Per fare il Login all’Area Riservata occorre accedere direttamente a quest’area del portale, nella sezione “Documenti Personali”, inserendo le credenziali di accesso (codice fiscale e password) o utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Login con Codice Fiscale e Password

Selezionando il link Accedi con Codice Fiscale e Password, si entra nella parte protetta del sistema e verrà quindi presentata la mappa di Login in cui l’utente dovrà inserire le proprie credenziali, come di seguito illustrato:

Il Codice Fiscale coincide con il Codice Fiscale dell’utente, mentre la Password si differenzia a seconda che si tratti di primo accesso o di accessi successivi. Infatti:

  • per il primo accesso: la password corrisponde al numero di partita. Per il personale che dispone di più partite dovrà essere inserita la partita con la numerazione più bassa (es. partita 07777777 e partita 09999999, inserire la partita 07777777, ovvero quella con il primo numero più basso dopo lo zero qualora presente). Il numero di partita deve contenere 8 caratteri comprensivi degli zeri iniziali quando presenti
  • per gli accessi successivi: la password corrisponde con quella impostata dall’utente durante la fase di autenticazione, facendo attenzione a rispettare i caratteri maiuscoli e minuscoli scelti.

Una volta inserite le proprie credenziali e selezionato il pulsante ‘Login’, se vengono superati i controlli di correttezza, si ha un diverso comportamento del sistema, a seconda che l’utente stia accedendo per la prima volta o meno.

Login con Carta Nazionale dei Servizi noipa-codice-fiscale-password-cns

La CNS (Carta Nazionale dei Servizi) è lo strumento che permette di accedere ai servizi on-line del portale NoiPA e alle funzionalità offerte dal sistema tramite autenticazione personale garantita dal certificato digitale contenuto all’interno.

E’ uno strumento informatico che consente, quindi, l’identificazione certa del titolare “in rete” e la consultazione dei dati riservati e privati resi disponibili sul sito web della Pubblica Amministrazione, e quindi, del portale NoiPA.

Il certificato digitale, contenuto all’interno della CNS, infatti, è l’equivalente elettronico di un documento d’identità (passaporto o carta d’identità) e identifica in maniera digitale una persona fisica o un’entità.

La CNS può essere rilasciata da un’Autorità di certificazione (Certification Authority – CA), riconosciuta in base a definiti standard qualitativi che garantiscono la validità delle informazioni riportate nel certificato in base alla scadenza temporale del certificato.

Per poter abilitare l’utilizzo di dispositivi rilasciati dalle Autorità di cui sopra, anche se presenti nell’elenco pubblico dei certificatori, è necessario effettuare una richiesta ufficiale all’elenco dei soggetti ammessi alla lista dei certificati supportati dal sistema NoiPA, inviando apposita comunicazione alla Direzione dei Sistemi Informativi e dell’Innovazione all’indirizzo di posta elettronica: dcsii.dag@pec.mef.gov.it.

CNS con Smart Card o Chiavetta USB

La CNS può essere resa rilasciata all’Amministrazione richiedente in diversi formati: Smart card o chiavetta USB.

La Direzione dei Sistemi Informativi e dell’Innovazione (DSII), infatti, promuove nuovi meccanismi di acquisizione e diffusione dei dispositivi smart card e USB presso gli Enti gestiti dal sistema NoiPA, per facilitare l’adozione delle modalità di autenticazione forte da parte delle stesse Amministrazioni e migliorare l’efficienza dei procedimenti amministrativi.

A tal fine da DSII, ha previsto la fornitura di certificati digitali di autenticazione, dispositivi in chiavetta USB o formato tessera (smart card) con appositi lettori e idoneo software, acquisiti secondo le disposizioni rilasciate dal AgID presso alcune Certification Authority (CA) presenti nell’Elenco pubblico dei certificatori di firma digitale.

Chi rilascia i certificati?

In particolare, per le Amministrazioni Centrali, tali certificati sono acquistati da parte del Ministero delle Economie e delle Finanze (MEF) presso Postecom S.P.A.

La fornitura è stata completata nel mese di febbraio 2006 con la consegna agli utenti dei KIT personali completi di smart card, lettore, software applicativo e istruzioni per l’installazione.

Per i certificati successivi al primo rilascio, il servizio della Direzione centrale non ha previsto ulteriore distribuzione, pertanto, tutti gli Uffici intenzionati a rinnovare o acquisire ulteriori certificati digitali devono procedere autonomamente a stipulare contratti di fornitura con la Certification Authority, al fine di usufruire dei servizi dell’AgID o di altra CA riconosciuta.

Nello specifico, il sistema di autenticazione Single Sign-On (SSO) del MEF – NoiPA consente di supportare le CNS (smart card/USB) delle seguenti Autorità Certificative:

  • CA Infocert S.P.A.
  • Postecom S.P.A.
  • Centro Tecnico per la RUPA (confluito nel DigitPA in data 01/01/2004)
  • AgID
  • CNS (www.progettocns.it)
  • ACTALIS
  • Carta Multiservizi Difesa (CMD)
  • Aruba PEC

Accesso ai documenti personali

I “Documenti personali” sono costituiti dalle certificazioni e dichiarazioni inerenti i dati fiscali del dipendente amministrato NoiPA.

In particolare, nelle pagine di dettaglio del menù verticale, vengono illustrate e spiegate le informazioni relative ai documenti che attualmente NoiPA rende disponibili:

  • Certificazione Unica, lo schema di certificazione unica dei redditi, equiparati ed assimilati, che il datore di lavoro deve consegnare al dipendente
  • Modello 730, i prospetti di liquidazione delle imposte (modello 730/3), elaborati da NoiPA in qualità di sostituto d’imposta a seguito della presentazione della dichiarazione effettuata dall’amministrato utilizzando il servizio self-service di assistenza fiscale del portale

Certificazione Unica

Il modello CU è lo schema di certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente, equiparati ed assimilati, che il datore di lavoro deve consegnare al dipendente entro il 31 marzo del periodo d’imposta successivo a quello a cui i redditi certificati sono riferiti.
A decorrere dall’anno 2011, NoiPA rende disponibili i modelli CU, per tutto il personale gestito nel sistema, vigente e cessato, esclusivamente in formato elettronico.
Ogni amministrato potrà consultare, infatti, il modello dell’anno di competenza. Che riporta i risultati delle elaborazioni successive alle operazioni di calcolo del conguaglio fiscale, effettuate nel mese di febbraio successivo all’anno fiscale di riferimento, tramite le informazioni presenti nella banca dati del sistema.
Tale documento è consultabile e stampabile, accedendo direttamente all’area riservata del portale, nella sezione “Documenti Personali”. Inserendo le credenziali di accesso (codice fiscale e password) o utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi (CNS). La Certificazione Unica rimane disponibile nell’area riservata per i 5 anni successivi alla pubblicazione.
Il modello riporta, in particolare, i dati relativi a ritenute operate, detrazioni applicate, dati previdenziali ed assistenziali (relativi alla contribuzione versata e/o dovuta agli enti preposti) ed anche la scheda per la scelta della destinazione del cinque e otto per mille dell’Irpef).
Si precisa che, è possibile fornire al proprio Ufficio Responsabile, nel caso in cui ricorrano i presupposti, le informazioni utili per rettificare il modello CU e procedere ad una nuova elaborazione dei conguagli.
Inoltre, sulla stampa del modello CU on line, nello spazio riservato alla firma del datore di lavoro, è impostato automaticamente il nominativo del dirigente responsabile.

Modello 730

Il modello 730 è il modulo utilizzato per le dichiarazioni dei redditi, non complesse, di lavoratori dipendenti e pensionati.

NoiPA rende disponibile il modello in formato elettronico, per tutti gli amministrati gestiti dal sistema che hanno usufruito del servizio self service di assistenza fiscale diretta, compilando il modello 730 via web, fino al 2014 (redditi 2013).

Tale documento è consultabile accedendo direttamente all’area riservata del portale, nella sezione “Documenti Personali”, inserendo le credenziali di accesso (codice fiscale e password) o utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Password scaduta

La password ha una validità di 180 giorni. La scadenza viene notificata al momento dell’accesso reindirizzando l’utente alla funzione di cambio password. La modifica della password può essere effettuata in ogni momento dall’utente, indipendentemente dalla scadenza segnalata dal sistema.

La funzione modifica password

La funzione Modifica password permette all’utente registrato in NoiPA di effettuare il cambio della password associata alla propria utenza, necessaria per accedere all’area privata del portale NoiPA ed usufruire dei numerosi servizi offerti. Infatti, effettuando il login con le proprie credenziali, codice fiscale e password o CNS (Carta Nazionale dei Servizi), è possibile accedere ai servizi di consultazione ed ai servizi self-service disponibili sul portale.
La funzione Modifica password è dedicata a tutti gli utenti provvisti di una utenza censita sull’anagrafica di NoiPA. Nello specifico, le procedure qui descritte sono relative al cambio della password per gli utenti che hanno già effettuato il primo accesso al portale.

Come modificarla?

Per modificare la password, è necessario accedere alla home privata del portale. Questo tramite l’inserimento delle proprie credenziali (codice fiscale e password), oppure tramite CNS (Carta Nazionale dei Servizi).
Selezionando il percorso Home privata > I miei servizi > Dati di Accesso > Modifica password, si accede ad una pagina, in cui dovranno essere compilati i seguenti campi:
  • password
  • nuova password
  • conferma nuova password.
Selezionando il tasto Invia si avvia la procedura di cambio password, al termine della quale un messaggio conferma il completamento dell’operazione e indica il link per effettuare l’accesso al portale con la nuova password.
La nuova password dovrà rispettare le seguenti regole di composizione:
  • almeno 8 caratteri
  • un carattere numerico (ad es: 1 2 3)
  • e almeno un carattere non alfanumerico (ad es: $@#_).

Per richiedere supporto, è disponibile un servizio di assistenza accessibile tramite webform, o in alternativa contattando il numero verde 800 991 990 attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 08:30 alle ore 17:00.

Accesso al Piccolo Prestito

Il self service  “Piccolo prestito” permette all’amministrato di effettuare la richiesta di un piccolo prestito all’INPS – gestione ex INPDAP e di ricevere l’accredito dell’importo sul proprio conto corrente, con la conseguente applicazione della trattenuta sul cedolino di stipendio.

La funzionalità on-line sostituisce la modalità tradizionale per la richiesta del Piccolo prestito e consente di compiere le operazioni autonomamente via web senza la necessità di recarsi presso la propria amministrazione o presso gli uffici INPS.

Attraverso il self service è infatti possibile:

  • effettuare delle simulazioni preventive (per importo rata, per importo prestito, per durata del prestito)
  • presentare la domanda di “piccolo prestito”, compilando un modulo in cui sono già contenute e certificate le informazioni disponibili sui sistemi informativi dei servizi stipendiali
  • monitorare lo stato di avanzamento della pratica e visualizzare l’esito della richiesta .

In seguito all’approvazione da parte dell’INPS, le procedure di accredito vengono avviate in automatico da NoiPA. E l’importo del prestito viene versato direttamente sul proprio conto corrente.

Il self service  “Piccolo prestito” è disponibile in qualsiasi momento per gli amministrati gestiti dal sistema NoiPA. In base al comparto di appartenenza, nella sezione “Self service” della propria area riservata.

Per utilizzare il servizio è necessario:

  • disporre delle credenziali di accesso al portale NoiPA (codice fiscale e password) oppure della Carta Nazionale dei Servizi
  • se si accede con codice fiscale e password, accertarsi di essere in possesso del codice PIN (riservato e identificativo del singolo amministrato) che dovrà essere inserito per convalidare le operazioni effettuate. Per conoscere tutte le informazioni relative al codice PIN vai alla pagina “PIN“.
  • disporre del conto corrente bancario o postale sul quale viene versato lo stipendio.

Maggiori informazioni – guide e video – sull’utilizzo del self service sono disponibili all’interno dell’area riservata. E nella sezione dedicata ai video, all’interno dell’home page dell’area pubblica.

Altri documenti disponibili

All’interno di NoiPa sono presenti anche i seguenti documenti:

  • Codici grafici bidimensionali
  • Manuale utente Securepaper Viewer
  • Securepaper viewer – download software di verifica
  • Guida alla consultazione del cedolino NoiPA Sanità
  • Un’altra Guida alla consultazione del cedolino NoiPA
  • Approfondimenti sulla Certificazione Unica
  • Consultare il cartellino mensile
  • Istruzioni disoccupazione su NoiPA
  • Circolare INPS n.125 del 16-12-2009
  • e infine la Circolare INPS n.115 del 31-12-2008

Il cedolino

Il cedolino è un documento che riporta le voci inerenti i dettagli di pagamento. E/o le ritenute relative allo stipendio di un lavoratore dipendente, in un determinato mese.

Per tutti gli amministrati gestiti da NoiPA, è disponibile il cedolino della rata stipendiale in formato elettronico. Derivante dalle elaborazioni delle informazioni inerenti le competenze fisse ed accessorie.

Tale documento è consultabile accedendo direttamente all’area riservata del portale, nella sezione “Documenti Personali”. Inserendo le credenziali di accesso (codice fiscale e password) o utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Il cedolino relativo ad ogni rata rimane disponibile nell’area riservata per i 15 mesi successivi alla pubblicazione.

Per una guida completa al cedolino potete consultare il nostro approfondimento.

Fonte: articolo di Simone Bellitto
avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
lentepubblica.it - Assegnazione alle scuole delle risorse finanziarie per l´anno 2018-2019: l'informativa Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami