Pensioni Scuola 2020, domande possono essere già inoltrate

lentepubblica.it • 9 Settembre 2019

pensioni-scuola-2020-domandeArrivato il momento per i Pensionandi, è ora: per le Pensioni Scuola 2020 le domande possono essere già inoltrate. Ecco tutto quello che è necessario sapere.


Pensioni Scuola 2020, domande possono essere già inoltrate.

Già possibile inviare on line all’INPS le domande per ottenere il pagamento delle pensioni (vecchiaia, anticipata, quota 100, opzione donna)

La procedura è attiva da inizio Settembre.

Come fare domanda?

Per inviare la domanda è possibile utilizzare il servizio gratuito di un Patronato o il “fai da te” con PIN  dipositivo o SPID.

In merito alla definizione delle domande di riscatto, ricongiunzione e computo e alla relativa sistemazione delle posizioni assicurative dei pensionandi. Con decorrenza 1° settembre 2019, per quanto riguarda la “prima platea” di pensionandi (domanda di cessazione in POLIS presentata entro il 12 dicembre 2018).

Secondo le disposizioni MIUR-INPS, al fine di garantire la certificazione del diritto a pensione (o la revisione della prima certificazione negativa), entro il 31 maggio 2019 è assicurata la sistemazione della posizione assicurativa degli interessati.

Tramite l’aggiornamento della posizione assicurativa derivante dall’accettazione dei provvedimenti di riscatto, ricongiunzione e computo emessi dal Progetto ECO. Dalle sedi territoriali INPS e dagli uffici MIUR (per le posizioni che non rientrano nell’Accordo sperimentale INPS-USR), nonché l’inserimento dell’ulteriore contribuzione utile.

Per la “seconda platea” di pensionandi (domanda di cessazione presentata entro il 28 febbraio 2019 – Quota 100), invece, le posizioni assicurative saranno certificate anche nei prossimi mesi. Dopo le attività di definizione delle domande di prestazione e di sistemazione sopra indicate, in tempo utile per consentire agli interessati la cessazione dal servizio al 31 agosto.

Confermata, inoltre, la verifica del diritto a pensione entro il termine del 28 giugno 2019 per i dirigenti scolastici.

In ogni caso, le attività di definizione delle domande di riscatto, ricongiunzione e computo da parte del Progetto ECO INPS, relative ai pensionandi di Roma nati dal 1953 al 1956, per i quali è stato fornito il fascicolo digitalizzato, proseguiranno fino a esaurire entro metà luglio prossimo la giacenza dei fascicoli trasferiti.

Liquidazione della Pensione

Dopo l’accertamento del diritto a pensione, le sedi INPS procederanno alla liquidazione delle pensioni. Il cui ultimo giorno utile per convalidare la rata pensionistica di settembre, per il personale scolastico, è il 19 luglio 2019.

Per le pensioni non definite entro questa data ma convalidate entro il 12 agosto 2019, sarà comunque disposta la corresponsione di un’anticipazione, esigibile dal 7 settembre 2019, pari all’arretrato netto. Pertanto, tutte le pensioni, che saranno pagate entro i termini suddetti, risulteranno definite senza alcun ritardo rispetto ai tempi ordinari.

La liquidazione della pensione avverrà dopo il riscontro circa l’avvenuta cessazione dal servizio sul sistema SIDI del MIUR.

È possibile scaricare, nella colonna Allegati, la brochure informativa su Pensionamenti Scuola 2019 dell’Area metropolitana di Romain base all’Accordo di collaborazione INPS e Uffici MIUR, con indicazione di enti e soggetti coinvolti, della distribuzione delle attività e delle risposte a quesiti ricorrenti pervenuti al Progetto ECO INPS.

Quante le domande già inoltrate?

Sono quasi 176 mila (175.995) le domande presentate all’Inps per accedere alla pensione anticipata con Quota 100 (almeno 62 anni di età e 38 anni di contributi), fino al 6 settembre.

Lo fa sapere lo stesso Istituto di previdenza, precisando che 130.315 sono arrivate da uomini e 45.680 da donne. La maggior parte delle richieste riguarda dipendenti privati (65.120), a seguire i lavoratori iscritti alle gestione pubblica (55.167).

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami