fbpx

Posizioni Economiche ATA: nota MIUR su pagamento una tantum

lentepubblica.it • 19 Luglio 2016

posizioni economiche, ATAIl Ministero pubblica la nota per il pagamento una-tantum delle posizioni economiche ATA.

 

A seguito delle verifiche effettuate dal Ministero dell’economia, il Ministero dell’istruzione ha inviato una nota per il pagamento del periodo 1 settembre 2011 – 31 agosto 2014.

 

Si attende, adesso, che il MEF dia seguito alla richiesta da parte del MIUR.

 

Il CCNL Comparto Suola del 7 agosto 2014 di cui in oggetto, ha previsto il riconoscimento di un emolumento una-tantum avente carattere stipendiale, temporalmente limitato al periodo 1° settembre 2011 – 31 agosto 2014, in favore del personale ATA, già destinatario ai soli effetti giuridici negli anni scolastici 2011-2012, 2012-2013 e 2013-2014 delle posizioni economiche in relazione alla specificità delle funzioni svolte. L’ ARAN, in coerenza con la natura dell’emolumento, ha effettuato la stima degli oneri contrattuali sulla base delle unità di personale già destinatarie delle progressioni economiche, come indicate nell’atto di indirizzo e nella relazione tecnica concernente la disposizione normativa attuata, per un numero complessivo di beneficiari pari a 12.613 unità.

 

La Corte dei Conti nel rapporto di certificazione adottato dalle Sezioni riunite in sede di controllo nella Camera di Consiglio del 6 agosto 2014 sull’Ipotesi di CCNL relativo al personale del Comparto Scuola per il riconoscimento al personale ATA dell’emolumento una-tantum avente carattere stipendiale di cui all’art. 1-bis del decreto legge n.3 del 2014 convertito dalla legge n. 41 del 2014 ha deliberato che “ in relazione alla compatibilità finanziaria (coperture degli oneri contrattuali), le risorse stanziate nella legge n. 41 del 2014 (cifrate in 38,87 milioni) appaiono adeguate a sostenere nell’esercizio 2014 gli oneri derivanti dalla corresponsione dell’emolumento una-tantum oggetto della sessione negoziale, ciò in quanto il numero e la qualifica dei beneficiari è alla base delle quantificazioni contenute nella relazione tecnica relativa alla legge di conversione del decreto-legge n. 3 del 2014.”

 

In allegato il testo completo della nota.

 

 

Fonte: Orizzonte Scuola (www.orizzontescuola.it)
avatar
  Subscribe  
Notificami