fbpx

Presa di servizio al 2 settembre: è ammessa la mancata presentazione?

lentepubblica.it • 23 Agosto 2019

presa di servizioLa presa di servizio per il nuovo anno scolastico 2019/2020 è fissata a lunedì 2 settembre. Tutti i docenti, indipendentemente dal canale di assunzione (Concorso/GAE), dovranno prendere servizio il 2 settembre nella scuola di assegnazione.


Presa di servizio al 2 settembre. La presa di servizio consente di ratificare il rapporto di lavoro a tempo indeterminato con decorrenza economica I settembre, quest’anno ricadente nel giorno di domenica. Sono obbligati alla presa di servizio i docenti e il personale ATA neoimmesso in ruolo.

 

La mancata presentazione è ammessa solo con giustificato motivo (causa malattia o impedimento da dimostrare). Un eventuale ritardo della presa di servizio senza tale giustificato motivo comporta infatti la decadenza della nomina.

Allo stesso modo l’eventuale differimento della presa di servizio, con giustificato motivo, genera il differimento della decorrenza, anche economica, della nomina. 

L’art. 9 del DPR 3/1957 (richiamato a sua volta dall’art. 560 del Dlgs 297/94) prevede che “La nomina dell’impiegato  che per giustificato motivo assume servizio con ritardo sul termine prefissogli decorre, agli effetti economici, dal giorno in cui prende servizio . Colui che ha conseguito la nomina, se non assume servizio senza giustificato motivo entro il termine stabilito, decade dalla nomina ”.

 

Quali documenti portare

Innanzitutto cedolino (per chi ne ha già uno precedente), o comunque IBAN o riferimento per la riscossione dello stipendio. E’ bene portare anche un documento di riconoscimento in corso di validità. I docenti neoimmessi in ruolo dovranno inoltre portare i documenti richiesti per l’avvio della posizione lavorativa.

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami