Scuola in Carcere, gli ultimi interventi del MIUR

lentepubblica.it • 31 Gennaio 2018

jail-cells-429638_640Scuola in Carcere, il punto della situazione delle iniziative normative intraprese negli ultimi mesi dal MIUR.


Anagrafe nazionale degli studenti

 

A partire dall’anno scolastico 2017/2018 l’anagrafe nazionale degli studenti, prevista dal D. Lgs. 76/05, conterrà oltre ai dati degli alunni di tutte le scuole, statali e paritarie, anche quelli degli iscritti ai percorsi di istruzione degli adulti, consentendo così il completamento e la messa a regime, in maniera organica e sistematica, del nuovo sistema di istruzione degli adulti previsto dal DPR 263/2012. La novità è contenuta nell’art. 1 comma 3 del Decreto Ministeriale del 25 settembre 2017 n. 692.

 

Le modalità applicative sono previste nella nota ministeriale 27 ottobre 2017 n. 2539. Le istituzioni interessate hanno avuto tempo fino al 12 dicembre 2017 per inserire i dati.

 

In particolare sono stati rilevati, attraverso specifiche funzionalità messe a disposizione sul portale SIDI, i dati relativi ai frequentanti

 

 

  • i percorsi di istruzione di primo livello (primo periodo didattico e secondo periodo didattico),
  • i percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana,
  • gli interventi di ampliamento dell’offerta formativa (percorsi di arricchimento e percorsi di raccordo),
  • la sessione di formazione civica e di informazione, di cui al DPR 179/2011

 

 

La trasmissione dei dati ha riguardato anche i percorsi svolti presso gli istituti penitenziari.

 

Risorse relative alle misure nazionali (ex legge 440/97)

 

Il Decreto Ministeriale 851/17, “Criteri e parametri per l’assegnazione diretta alle istituzioni scolastiche nonché per la determinazione delle misure nazionali relative la missione Istruzione Scolastica, a valere sul Fondo per il funzionamento delle istituzioni scolastiche”, ha destinato euro 1.000.000,00 per la realizzazione nelle scuole in carcere degli interventi di ampliamento dell’offerta formativa e delle misure di sistema.

 

La Direzione generale per gli ordinamenti con il decreto 27 dicembre 2017 n. 1537 ha definito le specifiche tecniche per la realizzazione delle suddette attività e il riparto delle risorse da destinare ai CPIA in misura proporzionale al numero di patti formativi individuali stipulati con le studentesse e gli studenti iscritti ai percorsi di istruzione degli adulti nelle sezioni carcerarie di rispettiva competenza.

 

Gli “interventi di ampliamento dell’offerta formativa” consistono nelle iniziative tese

 

 

  • ad integrare ed arricchire i percorsi di istruzione degli adulti (ad esempio, corsi per il conseguimento delle competenze linguistiche di livello pre-A1; corsi per il conseguimento delle competenze linguistiche di livello superiore al livello A2; corsi per il conseguimento delle competenze digitali; corsi per il conseguimento delle competenze linguistiche nelle lingue straniere, ecc…)
  • favorire il raccordo con altre tipologie di percorsi di istruzione e formazione (ad esempio, percorsi di formazione continua, percorsi di IeFP, percorsi in apprendistato, percorsi di IFTS, percorsi di ITS, ecc…)

 

 

Le “misure di sistema” consistono nelle iniziative

 

 

  • di aggiornamento e formazione del personale
  • di allestimento dei laboratori didattici
  • di potenziamento delle biblioteche;
  • finalizzate al recupero, all’integrazione e al sostegno dei detenuti anche dopo la loro uscita dal circuito detentivo.

 

 

Il dd 1537/17 allarga l’utilizzo delle risorse anche alle seguenti attività destinate ai soggetti sottoposti a provvedimenti penali da parte dell’Autorità Giudiziaria minorile:

 

 

  • attività volte ad assicurare la frequenza sia all’interno della struttura che all’esterno della stessa dei percorsi di istruzione nella prospettiva di consentire più elevati livelli di istruzione
  • interventi finalizzati al recupero, all’integrazione e al sostegno dopo la loro uscita dal circuito detentivo

 

 

Tutta le attività devono essere

 

 

  • essere realizzate in raccordo con il gruppo nazionale PAIDEIA
  • tener conto dei prodotti già realizzati nell’ambito del programma triennale PAIDEIA e disponibili nella piattaforma dedicata predisposta dall’INDIRE.
  • essere monitorate dall’USR competente

 

 

La ripartizione delle risorse per i 100 CPIA con sezioni carcerarie è quella indicata nella seguente tabella che prevede una quota parte da destinare ai percorsi di secondo livello.

 

 

Regione C.M. CPIA con sezioni carcerarie Denominazione CPIA con sezioni carcerarie Somma da erogare al CPIA con sezioni carcerarie Percentuale della somma di cui alla colonna 5 da destinare alla realizzazione delle attività in relazione ai percorsi di secondo livello
1 Abruzzo AQMM074001 CPIA L’AQUILA 12.939,00 37,06%
2 Abruzzo TEMM06000G CPIA TERAMO 6.502,00 59,60%
3 Abruzzo PEMM107001 CPIA PESCARA -CHIETI 9.787,00 25,50%
4 Basilicata MTMM107003 CPIA MATERA 1.051,00 0,00%
5 Basilicata PZMM200002 CPIA DI POTENZA 2.365,00 0,00%
6 Calabria CZMM19300V CPIA CATANZARO 11.626,00 50,85%
7 Calabria CSMM304005 CPIA COSENZA 21.412,00 38,34%
8 Calabria VVMM04300G CPIA Vibo Valentia 10.706,00 9,20%
9 Calabria KRMM047007 CPIA CROTONE 3.218,00 28,57%
10 Calabria RCMM19900L CPIA STRETTO IONIO – REGGIO CALABRIA 8.539,00 46,92%
11 Calabria RCMM19800R CPIA STRETTO TIRRENO – REGGIO CALABRIA 1.970,00 20,00%
12 Campania AVMM09700D CPIA AVELLINO 24.893,00 70,98%
13 Campania BNMM09000E CPIA PROVINCIA DI BENEVENTO 6.568,00 65,00%
14 Campania CEMM18000T CPIA CASERTA 20.296,00 19,42%
15 Campania NAMM0CP00L CPIA NAPOLI CITTA’ 1 30.739,00 0,43%
16 Campania NAMM0CQ00C CPIA NAPOLI CITTA’ 2 14.187,00 0,00%
17 Campania NAMM0CR008 CPIA NA PROV. 1 6.831,00 0,00%
18 Campania SAMM33800D CPIA SALERNO 10.181,00 52,90%
19 Emilia Romagna BOMM36300D CPIA2 Bologna 28.900,00 15,00%
20 Emilia Romagna FEMM07000R CPIA FERRARA 4.663,00 56,34%
21 Emilia Romagna FOMM09500N C.P.I.A. FORLI’ – CESENA 657,00 0,00%
22 Emilia Romagna MOMM173008 CPIA Modena 7.488,00 5,26%
23 Emilia Romagna PRMM07500A CPIA Parma 4.335,00 28,79%
24 Emilia Romagna PCMM048005 CPIA Piacenza 7.159,00 55,05%
25 Emilia Romagna RAMM059004 CPIA Ravenna 985,00 73,33%
26 Emilia Romagna REMM13200B CPIA REGGIO SUD 7.816,00 29,41%
27 Emilia Romagna RNMM034002 CPIA Rimini 4.795,00 41,10%
28 FVG PNMM164001 CPIA 1 PORDENONE 1.051,00 0,00%
29 Lazio RMMM67000C CPIA 1 8.604,00 0,00%
30 Lazio RMMM672004 CPIA 3 10.181,00 0,00%
31 Lazio VTMM047008 CPIA 5 14.450,00 23,64%
32 Lazio RIMM035009 CPIA 6 9.327,00 26,76%
33 Lazio RMMM67400Q CPIA 7 9.524,00 55,17%
34 Lazio FRMM466008 CPIA 8 16.749,00 55,29%
35 Lazio LTMM14200R CPIA 9 2.036,00 0,00%
36 Liguria GEMM18600B CPIA CENTRO PONENTE 9.195,00 55,00%
37 Liguria GEMM18500G CPIA CENTRO LEVANTE 12.677,00 53,89%
38 Liguria GEMM18400Q CPIA LEVANTE TIGULLIO 2.299,00 71,43%
39 Liguria IMMM04500Q CPIA IMPERIA 5.386,00 39,02%
40 Liguria SPMM06100R CPIA LA SPEZIA 6.962,00 33,96%
41 Lombardia BGMM18500P CPIA 1 BERGAMO 20.230,00 33,12%
42 Lombardia BSMM20700V CPIA 1 BRESCIA 8.933,00 15,44%
43 Lombardia COMM15400T CPIA 1 COMO 4.532,00 0,00%
44 Lombardia CRMM04400D CPIA 1 CREMONA 12.611,00 0,00%
45 Lombardia LCMM03900L CPIA 1 LECCO 2.627,00 0,00%
46 Lombardia LOMM022001 CPIA 1 LODI 2.627,00 0,00%
47 Lombardia MIMM0CE00B CPIA 3 MILANO 14.844,00 39,82%
48 Lombardia MIMM0CF007 CPIA 4 MILANO 20.099,00 50,00%
49 Lombardia MIMM0CG003 CPIA 5 MILANO 39.146,00 20,97%
50 Lombardia PVMM113005 C.P.I.A. 1 PAVIA 19.967,00 48,68%
51 Lombardia SOMM03300P CPIA 1 SONDRIO 1.314,00 0,00%
52 Lombardia VAMM325009 CPIA 1 VARESE 12.611,00 47,92%
53 Lombardia VAMM326005 CPIA 2 VARESE 920,00 0,00%
54 Marche ANMM077007 CPIA SEDE ANCONA 13.202,00 32,84%
55 Marche MCMM05300C CPIA SEDE MACERATA 3.087,00 0,00%
56 Molise CBMM205005 CPIA CAMPOBASSO 2.365,00 0,00%
57 Molise ISMM11100P C.P.I.A. ISERNIA 1.117,00 0,00%
58 Piemonte ALMM09700T CPIA 1 ALESSANDRIA 7.750,00 0,00%
59 Piemonte ATMM11300G CPIA 1 ASTI 1.051,00 0,00%
60 Piemonte NOMM188009 CPIA 1 NOVARA 2.167,00 0,00%
61 Piemonte TOMM32300Q CPIA 1 TORINO 33.695,00 29,82%
62 Piemonte TOMM32500B CPIA 3 TORINO 1.642,00 0,00%
63 Piemonte TOMM326007 CPIA 4 TORINO 1.773,00 0,00%
64 Puglia BAMM29700R CPIA 1 BARI 5.649,00 17,44%
65 Puglia BRMM07900G CPIA 1 BRINDISI 1.379,00 0,00%
66 Puglia BAMM301007 CPIA BAT 8.604,00 0,00%
67 Puglia FGMM15400A CPIA 1 FOGGIA 19.179,00 36,64%
68 Puglia LEMM31000R CPIA 1 LECCE 20.427,00 25,72%
69 Puglia TAMM128006 CPIA 1 TARANTO 5.649,00 73,26%
70 Sardegna CAMM202003 CPIA N. 1 CAGLIARI 15.567,00 0,00%
71 Sardegna CAMM20300V CPIA N. 2 SERRAMANNA-ORISTANO 2.627,00 0,00%
72 Sardegna NUMM07000C CPIA N. 3 NUORO 11.691,00 25,28%
73 Sardegna ORMM066008 CPIA N° 4 ORISTANO 4.072,00 83,87%
74 Sardegna SSMM097008 CPIA N. 5 SASSARI 15.435,00 65,96%
75 Sicilia CTMM150008 CATANIA 1 12.282,00 25,67%
76 Sicilia CTMM151004 CATANIA 2 6.502,00 0,00%
77 Sicilia PAMM15700G PALERMO 1 14.910,00 30,40%
78 Sicilia PAMM15600Q PALERMO 2 2.759,00 28,57%
79 Sicilia AGMM083009 AGRIGENTO 15.107,00 48,70%
80 Sicilia CLMM04200B CALTANISSETTA/ ENNA 23.842,00 43,80%
81 Sicilia MEMM574003 MESSINA 12.217,00 35,48%
82 Sicilia SRMM07100L SIRACUSA 29.163,00 58,11%
83 Sicilia RGMM07700P RAGUSA 3.350,00 0,00%
84 Sicilia TPMM10200V TRAPANI 7.225,00 45,45%
85 Toscana FIMM58900D CPIA 1 FIRENZE 18.456,00 1,07%
86 Toscana GRMM09000T CPIA1 GROSSETO 2.956,00 26,67%
87 Toscana LIMM10100G CPIA1 LIVORNO 5.320,00 0,00%
88 Toscana MSMM048009 C.P.I.A. 1 MASSA CARRARA 6.568,00 51,00%
89 Toscana PIMM61000C CPIA1 PISA 4.992,00 0,00%
90 Toscana POMM039004 CPIA 1 PRATO 31.396,00 50,63%
91 Toscana SIMM050007 CPIA 1 SIENA 14.581,00 71,62%
92 Umbria PGMM23500L CPIA 1 PERUGIA 10.246,00 0,00%
93 Umbria TRRI030005 C.P.I.A.1 TERNI c/o TERNI(IPSIA) 12.808,00 57,95%
94 Veneto BLMM08400L CPIA BELLUNO 1.445,00 59,09%
95 Veneto PDMM25500L CPIA DI PADOVA 8.144,00 0,00%
96 Veneto ROMM052008 CPIA DI ROVIGO 985,00 0,00%
97 Veneto TVMM140004 CPIA “ALBERTO MANZI” DI TREVISO 10.509,00 5,00%
98 Veneto VEMM161005 CPIA DI VENEZIA 6.962,00 0,00%
99 Veneto VRMM136004 CPIA DI VERONA 15.435,00 9,79%
100 Veneto VIMM141007 CPIA DI VICENZA 4.202,00 0,00%
Totale 1.000.000,00

 

 

Finanziamento di istituzioni scolastiche, con lo scopo di realizzare iniziative destinate a detenute/i minori/giovani adulti che utilizzino la pratica sportiva come strumento di sviluppo dell’educazione permanente e della formazione personale e sociale.

 

Da segnalare infine che il MIUR ha finanziato alcuni Centri Provinciali per l’Istruzione degli adulti (CPIA) che abbiano, come punti di erogazione, Istituti penali per i minorenni e gli altri Servizi del Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità (DGMC), per azioni a carattere motorio/sportivo, rivolte a detenute/i minori e giovani adulte/i dell’area penale sia intramuraria sia extramuraria, in carico al Dipartimento della Giustizia Minorile e di Comunità.

 

La gestione delle risorse pari a € 400.000,00 sono state affidate con decreto dipartimentale 1541 del 27 dicembre 2017 al CPIA 3 di Torino.

 

Fonte: FLC CGIL - Federazione Lavoratori della Conoscenza
avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
lentepubblica.it Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami