Scuola, Panino da Casa: il TAR del Lazio dà l’ok

lentepubblica.it • 13 Gennaio 2020

scuola-panino-da-casa-tar-lazioUna storia infinita che vive un altro capitolo (e un’altra Sentenza): arriva la decisione del TAR del Lazio sul panino da casa a Scuola.


Scuola, Panino da Casa: il TAR del Lazio affronta di nuovo l’argomento e questa volta dà risposta positiva.

Nel caso specifico, i ricorrenti impugnavano la circolare scolastica e l’articolo del Regolamento di Istituto che deponevano per la fruizione obbligatoria del servizio mensa comunale.

I genitori hanno invocato la libertà di scelta nel rispetto dei principi sanciti dalla Corte di Appello di Torino e dal Consiglio di Stato. Ciò nonostante la bambina veniva condotta con i compagni in sala mensa e le veniva forzatamente somministrato il pasto fornito dalla ditta di ristorazione.

Contestualmente alla bambina si è inibito categoricamente di consumare quanto regolarmente fornito dalla famiglia.

Scuola, Panino da Casa: il TAR del Lazio ha deciso di sì

Il Consiglio di Stato con un’altra Sentenza ha ribadito che la scelta  di interdire senz’altro il consumo di cibi portati da casa limita una naturale facoltà dell’individuo.

Una limitazione esercitata attraverso lo strumentale e previsto divieto di permanenza nei locali scolastici degli alunni che intendono pranzare con alimenti diversi da quelli somministrati dalla refezione scolastica.

Infatti anche secondo i giudici del TAR la scelta è per sua natura e in principio libera, e si esplica sia all’interno delle mura domestiche, sia al loro esterno. Sia in luoghi altrui, sia in luoghi aperti al pubblico, in luoghi pubblici.

Deve essere pertanto riconosciuto agli studenti non interessati a fruire del servizio mensa il diritto a frequentare ugualmente il tempo mensa, senza essere costretti ad abbandonare i locali scolastici in pieno orario curriculare.

In conclusione, il Tribunale amministrativo evidenzia come il dlgs n. 63/2017, all’art. 6, disponga che i servizi di mensa siano “attivabili a richiesta degli interessati”, ovvero facoltativi e rimessi alla libera scelta delle famiglie.

Questa Sentenza arriva in risposta a quella della scorsa Estate emessa dalla Cassazione, che invece metteva un veto sul diritto del panino da casa a Scuola.

A questo link il testo completo della Sentenza.

 

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami