fbpx

Spezzoni di cattedra: quali regole per i docenti interni?

lentepubblica.it • 2 Novembre 2015

spezzoni cattedraI dirigenti scolastici non possono frazionare le cattedre per attribuire ore eccedenti ai docenti interni. La precisazione viene dall’ufficio scolastico provinciale di Cuneo ed è contenuta in una nota inviata ai dirigenti scolastici della provincia il 16 ottobre 2015 (prot.7388). Il provvedimento è un vero e proprio vademecum che può essere utili a tutti i capi di istituto.

 

Pertanto l’assegnazione delle supplenze dalle graduatorie di istituto dovranno seguire le disposizioni del Decreto ministeriale numero 131 del 2007 e delle note dello stesso ministero numero 25141 del 10/08/2015 e numero 1949 del 10/09/2015 secondo le quali, l’attribuzione di spezzoni fino a 6 ore a settimana negli istituti secondari potranno essere conferiti ai docenti abilitati che già sono in servizio nella stessa scuola fino al raggiungimento del limite delle 24 ore a settimana.

 

Secondo quanto disposto dalla normativa sopra evidenziata, l’inserimento degli aspiranti negli elenchi aggiuntivi delle graduatorie di II fascia deve essere effettuato secondo la valutazione di cui alla Tabella A – allegata al D.M. n. 308 del 15/5/2014. Evidentemente la valutazione del punteggio della III fascia delle graduatorie di istituto differisce dalla II fascia per diversi aspetti tra i quali il servizio specifico e il servizio non specifico. Infatti come confermato anche dalla nota Miur prot. n. 2170 del 20 giugno 2014 “I servizi di II fascia, differentemente dalla valutazione dei servizi di III fascia, non possono essere fatti valere per il medesimo anno scolastico come specifici e come aspecifici per altri classe di concorso. Pertanto l’aspirante deve optare a tale classe di concorso attribuirli.”

 

Per tutte le altre informazioni potete consultare la nota del MIUR in allegato a quest’articolo.

Fonte: MIUR - Ministero dell'Istruzione e della Ricerca
avatar
  Subscribe  
Notificami