Iscrizioni a Concorso Docenti: disposizioni su titoli dichiarati

lentepubblica.it • 1 Marzo 2016

titoli dichiarati, concorso docentiIeri il via per l’iscrizione al concorso scuola docenti 2016. La piattaforma è stata aperta ai docenti che potranno fare richiesta ed inserire i titoli valutabili. Al momento dell’iscrizione il candidato dovrà dichiarare i titoli posseduti e rientranti nella tabella A del bando.

 

Detta Tabella A è la ” Tabella dei titoli valutabili nei concorsi per titoli ed esami per l’accesso ai ruoli del personale docente della scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado, nonché del personale docente per il sostegno agli alunni con disabilità, e ripartizione dei relativi punteggi”. La tabella è divisa in due macro aree: A) Titoli d’accesso alla procedura concorsuale; B) Titoli professionali, culturali e di servizio ulteriori rispetto al titolo d’accesso.

 

Le commissioni valuteranno solo i titoli dichiarati all’atto della domanda, quindi è bene far mente locale per dichiarare tutto ciò che può essere valutato.

 

Al superamento dell’orale, sarà data comunicazione ai docenti tramite USR di presentare i titoli dichiarati nella domanda di partecipazione che non sono documentabili con autocertificazione o dichiarazione sostitutiva. L’operazione dovrà essere svolta entro 15 giorni.

 

Ovviamente, l’amministrazione potrà effettuare controlli sulle dichiarazioni. Eventuali dichiarazioni false causeranno la decandeza dai “benefici eventualmente conseguiti sulla base delle dichiarazioni non veritiere”.

 

Ulteriori titoli (per tutti gli ordini e gradi)

 

Dottorato di ricerca, diploma di perfezionamento ricompreso nell’allegato 4 del DDG 31 marzo 2005, attività di ricerca scientifica, abilitazione scientifica nazionale a professore di I e II fascia

 

Diploma di laurea, laurea specialistica, laurea magistrale, diploma accademico di vecchio ordinamento e diploma accademico di II livello, ulteriori rispetto al titolo di accesso all’abilitazione

Diploma di specializzazione pluriennale universitario (no SSIS)

 

Titolo specializzazione sostegno

 

CLIL

 

Certificazioni linguistiche di livello almeno C1

 

Diplomi di perfezionamento post diploma o post laurea, master universitario

 

Abilitazione all’esercizio della libera professione purché abbia attinenza con le discipline della classe di concorso

 

Pubblicazioni

 

 

Fonte: Orizzonte Scuola (www.orizzontescuola.it) - articolo di Anselmo Penna
avatar
  Subscribe  
Notificami