lentepubblica

Tavolo tecnico su qualità del servizio di gestione dei rifiuti urbani con ETC e Comuni Campani

lentepubblica.it • 1 Luglio 2022

tavolo-tecnico-qualita-servizio-gestione-rifiuti-urbani-etc-comuni-campaniSi è svolto il tavolo tecnico con focus sulla qualità del servizio di gestione dei rifiuti urbani, con ETC e Comuni Campani. Il resoconto e il video dell’evento.


Lo scorso marzo, gli enti che si occupano del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani della Regione Campania hanno messo a punto una importante iniziativa, cogliendo le opportunità offerte dal nuovo percorso tracciato dalla Delibera 15/2022 di ARERA.

Gli Enti Territorialmente Competenti (ETC), i Comuni e gli Operatori Economici aggiudicatari dei servizi integrati di igiene ambientale devono rispettare uno standard relativo ad obblighi di qualità contrattuale e tecnica, minimi ed omogenei per tutte le gestioni.

Il tutto conforme alle regole introdotte dal nuovo Testo Unico per la regolazione della qualità del servizio di gestione dei rifiuti urbani (TQRIF).

Il contesto

I sette enti d’ambito della regione Campania (ATO Napoli 1, ATO Napoli 2, ATO Napoli 3, EdA Caserta, EdA Salerno, ATO Avellino e ATO Benevento) hanno promosso una verifica massiva dello stato d’arte della loro qualità tecnica e contrattuale nella gestione del servizio dei rifiuti urbani. Il tutto, col supporto della Golem Net, azienda navigata nel campo della Trasparenza Rifiuti.

Dei 550 Comuni Campani, oltre 400 hanno effettuato l’accesso sulla piattaforma trasparenzarifiuti.it, messa a disposizione dalla Golem Net e risposto ai quesiti elaborati. I sette enti d’ambito ambiscono a una sorta di anno zero nella gestione dei rifiuti urbani e sono motivati a trainare i gestori (comuni e aziende) lungo la strada della qualità indicata dalla Delibera 15/2022.

La nuova visione della gestione dei rifiuti punta a incoraggiare i territori ad essere più virtuosi, sia dal punto di vista quantitativo che dal punto di vista qualitativo.

Con una pianificazione attenta delle attività, in collaborazione con le amministrazioni comunali, anche i cittadini potranno migliorare la loro consapevolezza e coscienza ambientale.

Il resoconto del tavolo tecnico

Il tavolo tecnico del 28 giugno “Qualità del Servizio di Gestione dei Rifiuti Urbani: ETC e Comuni Campani, il prossimo futuro attraverso orizzonti condivisi” ha avuto come oggetto il Testo unico per la regolazione della qualità del servizio di gestione dei rifiuti urbani.

Al tavolo tecnico online sono stati presenti: il Dott. Raffaele Del Giudice (Presidente di ATO Napoli1), il Dott. Carlo Lupoli (Direttore di ATO Napoli 1), l’Ing. Andrea Avanzini (Esperto in gestione ambientale e tributaria di Golem Net Srl), il Dott. Francesco Ruta (Esperto di sistemi informativi applicati alla trasparenza amministrativa) e il Dott. Agostino Sorà (Direttore di EDA Caserta).

Tra i partecipanti anche i presidenti: Dott. Giovanni Coscia (Presidente EDA Salerno), l’Arch. Luigi Pellegrino (Presidente del Consiglio d’Ambito Caserta), il Dott. Pasquale Iacovella (Presidente ATO Benevento), il Dott. Gioacchino Madonna (Presidente dell’ATO Rifiuti Napoli 3) e Nicola Pirozzi (Presidente ATO Napoli 2).

Ad aprire i lavori e a introdurre il tavolo tecnico è stata la Dott.ssa Giusy Pappalardo, Coordinatrice editoriale della testata giornalista lentepubblica.it.

A fare gli onori di casa è stato il Dott. Carlo Lupoli, Direttore di ATO Napoli 1:

“Abbiamo accolto con favore la Delibera ARERA 15/2022, poiché non è un orpello, bensì un servizio essenziale per la collettività. Siamo tutti uniti sul percorso da fare, perché stanchi dei problemi che la Regione Campania riscontra sul tema dei rifiuti. La nostra ambizione è quella di fare tutto ciò che bisogna fare”.

In apertura sono arrivati anche i saluti del Presidente dell’ATO Rifiuti Avellino, il Sindaco Vittorio D’Alessio, che ha ringraziato tutti per l’iniziativa e per la presenza a questo importante evento.

È intervenuta anche l’Ing. Annapaola Fortunato, Dirigente Area Tecnica EdA Rifiuti Salerno, la quale ha sottolineato che tutti hanno accolto la delibera come una importante opportunità.

Il Direttore di ATO Napoli 2, l’Ing. Francesco Paolo Buonocore rileva che le attività degli enti d’ambito sono tese a migliorare e ottimizzare la gestione del servizio di raccolta dei rifiuti e per tanto favoriscono, come in questa occasione, il coinvolgimento dei comuni, delle amministrazioni e dei soggetti interessati.

Il Direttore ATO Rifiuti Benevento, il Dott. Massimo Romito ha esaltato la sinergia che si è creata tra gli enti d’ambito:

“Non è facile trovare una tale sinergia tra gli enti di un territorio. Si tratta di un’esperienza che dovrà continuare, anche con uno sguardo più ampio. Bisogna continuare a lavorare in perfetta sinergia”.

Agostino Sorà, il Direttore di EDA Caserta, ha detto:

“È una nuova partita, una sfida per tutti, dobbiamo accettarla e sperare di vincerla”.

Impossibilitati a intervenire, ma protagonisti dell’iniziativa, la Direttrice di ATO Avellino nonché coordinatrice del “gruppo”, Dott.ssa Annarosa Barbati  e il Direttore di ATO Napoli 3, Avv. Franco Angelone auspicano che attraverso il percorso di condivisione avviato, possano realizzarsi nei territori dei miglioramenti tangibili nella gestione del servizio dei rifiuti.

Il tavolo tecnico è stato poi impegnato dall’Ing. Andrea Avanzini, Esperto in gestione ambientale e tributaria di Golem Net Srl, che ha analizzato alcuni punti della Delibera Arera 15/2022:

“Con la delibera vengono dati dei parametri e degli indicatori, identici su tutto il territorio nazionale, così da poter essere efficaci e creare un percorso virtuoso, con regole tecniche precise e puntuali. Uno dei punti di forza della Delibera Arera è la presenza di nozioni e parametri oggettivi, che lasciano poco all’immaginazione”.

E ha continuato:

“Entro il 31 marzo scorso, gli ETC dovevano scegliere i nuovi standard minimi tecnici e contrattuali. Prima della fine dell’anno, andranno applicati gli standard di qualità tecnica e contrattuale previsti dallo schema regolatorio di competenza. Nel 2023, invece, ci si occuperà del monitoraggio e della verifica standard”.

Al tavolo tecnico è intervenuto anche il Dott. Francesco Ruta, Esperto di sistemi informativi applicati alla trasparenza amministrativa, il quale ha evidenziato l’importanza della digitalizzazione nell’ambito della trasparenza rifiuti:

“Tutto passa per la transizione digitale: a prescindere da tutto, bisognerà dotarsi di un software per il monitoraggio, sia per la parte contrattuale che per quella tecnica. Con la piattaforma web, si potranno inoltrare reclami, richieste di informazioni, rateizzazione degli importi addebitati, richieste di attivazione, etc.”.

Il supporto agli ETC di Golem Net

All’interno di questo contesto complesso, ma potenzialmente vantaggioso per Enti d’ambito che dovranno svolgere le funzioni di ETC, la Golem Net, software house specializzata in soluzione dedicate alla PA, propone un supporto nella risoluzione e nelle criticità che dovranno risolvere questi soggetti.

Questi sono i principali asset del servizio dedicato:

  • Fornitura dello strumento informatico In Cloud – Per la ricognizione attualizzata della qualità tecnico e contrattuale del servizio rifiuti dei gestori:
    • Attivazione software web all’interno della trasparenza rifiuti
    • Attivazione profili utenza personalizzati per ETC e singoli gestori
    • Sessione formativa on line per ETC e/o gestori
    • Assistenza Telefonica e/o Telematica all’ETC
  • Supporto all’ETC per la Comunicazione del Progetto a tutti i gestori TARI/TARIP – Per la comunicazione degli obblighi normativi e illustrazione degli step necessari per ETC e gestori:
    • Disponibilità della piattaforma di videoconferenza professionale Go To Meeting fino a 150 utenti
    • Disponibilità di un nostro relatore esperto per illustrazione tecnica durante la riunione on line.
  • Supporto nell’elaborazione dati per l’inquadramento dell’ETC nello schema regolatorio effettivo di partenza
    • Acquisizione dei dati rilevati per singolo gestore da software
    • Normalizzazione dati per categoria di gestore
    • Analisi dei questionari per singolo gestore
    • Inquadramento dell’ETC nello schema regolatorio effettivo di partenza
  • Supporto alla determinazione degli obblighi di Servizio e standard di qualità migliorativi rispetto a quelli previsti dallo schema regolatorio effettivo di partenza
    • Incontro online per presentazione dello studio all’ETC
    • Proposta motivata per la determinazione degli obblighi di servizio e standard di qualità migliorativi rispetto a quelli previsti dallo schema regolatorio effettivo di partenza

La piattaforma destinata alla Trasparenza Rifiuti

La Golem Net inoltre, in quanto software house specializzata in applicativi dedicati alle PA, ha predisposto una piattaforma ad hoc, Trasparenza Rifiuti Golem Net.

Si tratta in breve di un applicativo web che aiuta gli Enti a rispettare la Delibera ARERA  444/2019, la quale impone ai gestori e ai comuni di dotarsi della sezione “Trasparenza Rifiuti” all’interno del sito web istituzionale collegata in home page.

Nello specifico questo software possiede le seguenti caratteristiche:

  • implementabile a supporto di qualsiasi sito internet istituzionale già in uso da un Ente pubblico
  • conforme alle disposizioni ARERA
  • accessibile come disciplinato dalle modifiche del D.lgs. n. 106/2018 alla legge 4/2004 sull’accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici ed entrate in vigore il 23 settembre
  • idoneo alle linee guida AgID
  • facile da consultare e completo delle informazioni richieste dalla Autorità.

L’applicativo rappresenta una soluzione adeguata e rapida per i comuni più sensibili alle tematiche ambientali.

Inoltre, grazie ad un approccio unico nel suo genere, è possibile soddisfare l’adempimento anche attraverso una modalità network: la trasparenza del gestore diviene punto di diffusione e, al tempo stesso, di convergenza per la trasparenza di ogni singolo comune. Una soluzione esclusiva e sostenibile, per una Trasparenza da gestire in pochi clic.

Il modulo web è immediatamente attivabile, personalizzabile e fruibile.

Per altre informazioni sul servizio e prendere visione della demo potete consultare il sito:

https://www.trasparenzarifiuti.it/richiedi-una-demo/.

Infine, tra le soluzioni sviluppate per favorire la raccolta porta a porta tramite attività calendarizzate, troviamo l’Alexa Skill di Golem Net per la Trasparenza Rifiuti.

La Skill Trasparenza Rifiuti consente una comunicazione efficace e trasparente tra il cittadino ed il Comune e/o il Gestore del servizio di appartenenza per la raccolta differenziata.

Maggiori informazioni sulla Skill sono disponibili in questo articolo.

Il video del tavolo tecnico sulla qualità del servizio di gestione dei rifiuti urbani con ETC e Comuni Campani

Infine informiamo i nostri lettori che è adesso disponibile sul nostro canale Youtube il video completo della registrazione del tavolo tecnico.

Pertanto potete riguardare il webinar in versione integrale nel player video qui di seguito.

 

 

5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments