fbpx

5 per mille 2012, online gli elenchi degli ammessi e degli esclusi

lentepubblica.it • 10 Aprile 2014

Elenchi new-look e nuova carta d’identità geografica degli enti presenti. Sono le novità
collegate alla pubblicazione del 5 per mille 2012, che comprende – come di consueto – i
dati completi relativi sia al numero delle scelte espresse dai contribuenti sia agli importi
attribuiti agli enti che hanno chiesto di accedere al beneficio. I nuovi elenchi sono
consultabili online su www.agenziaentrate.it, nella sezione Documentazione > 5 per
mille > 5 per mille 2012.

Gli elenchi si rifanno il look: consultabili i dati “aggregati” – Più trasparenza nelle
scelte espresse e nei relativi importi. È la motivazione che ha guidato l’attuale restyling
degli elenchi del 5 per mille nel nuovo formato “aggregato” e che esordisce in
coincidenza con la pubblicazione degli importi e delle scelte relative al 2012. In pratica,
per la prima volta, in un elenco a parte, sono consultabili gli enti destinatari del
contributo ammessi in differenti categorie di beneficiari, per esempio ricerca sanitaria e
volontariato, con l’indicazione, per ciascun ente, dei dati e delle scelte totali ricevute
con i relativi importi complessivi. Al riguardo risultano essere 97, per il 2012, gli enti
beneficiari ammessi in diverse categorie i cui profili sono riportati nel nuovo elenco
disaggregato.

L’identikit geografico del 5 per mille – Inoltre, per facilitare l’identificazione
geografica degli enti, sempre dal 2012 gli elenchi degli ammessi e degli esclusi in
aggiunta ai dati consueti, codice fiscale, denominazione, numero di scelte e importi,
sono corredati con le informazioni sulla Regione, sulla Provincia e sul Comune in cui ha
sede l’ente, fissando un’istantanea geografica sui flussi del 5 per mille.

Volontariato calamita di preferenze – Il 2012 conferma l’ennesimo primato degli enti
del volontariato e delle Onlus come settore predominante nell’attrarre le scelte epresse
da milioni di contribuenti italiani. In particolare, tra gli enti con un maggior flusso di
ricezione delle destinazioni indicate dai contribuenti compaiono, come nel 2011, in
ordine rispetto alle scelte, Emergency, Medici senza frontiere, Associazione italiana per
la ricerca sul cancro e al Comitato italiano per l’Unicef.

Il cinque per mille sotto il Campanile – Attività sociali dei Comuni a prova di 5 per
mille. Anche nel 2012, infatti, un numero significativo di contribuenti ha scelto di
riservare a questa finalità la quota personale del 5 per mille. Il Comune di Roma si
conferma come maggior collettore sia nelle scelte sia negli importi, più indietro Milano
e Torino. E’ invece siciliano il Comune con l’importo minimo, pari a 0,09 centesimi.

Dal 5 per mille un assist alla Ricerca scientifica e sanitaria – Invariata la mappa degli
enti della ricerca sanitaria, scientifica e dell’Università che funzionano da polo
d’attrazione delle scelte dei contribuenti. L’Associazione italiana per la ricerca sul
cancro, infatti, si conferma il collettore principale delle destinazioni espresse.

FONTE: Agenzia delle entrate

cinque per mille

 

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami