lentepubblica

Vademecum Brexit: documento di soggiorno per i cittadini britannici residenti in Italia

lentepubblica.it • 30 Dicembre 2020

brexit-documento-soggiorno-cittadini-britannici-italiaIl Ministero dell’Interno ha aggiornato il vademecum Brexit contenente informazioni utili sul documento di soggiorno per i cittadini britannici residenti in Italia entro il 31 dicembre 2020.


Una delle principali informazioni contenute nel vademecum riguarda il rilascio del documento digitale di soggiorno.

Ecco le novità.

Vademecum Brexit: documento di soggiorno per i cittadini britannici residenti in Italia

A partire dal 1° gennaio 2021, i cittadini britannici che risulteranno residenti in Italia alla data del 31 dicembre 2020 potranno richiedere, presso la questura di residenza, un documento in formato digitale sulla base di quanto previsto dall’art. 18, comma 4, dell’Accordo di recesso tra Regno Unito e Unione europea.

Le procedure di rilascio si basano sull’iscrizione anagrafica dei cittadini britannici presso il comune di residenza entro la scadenza del periodo transitorio previsto dall’Accordo di recesso, che terminerà il prossimo 31 dicembre.

Si ricorda che il documento di soggiorno elettronico è valido

  • 5 anni (recante il titolo “carta di soggiorno”)
  • o 10 anni(recante il titolo “carta di soggiorno permanente”) nel caso sia maturato il diritto di soggiorno permanente (soggiorno legale e ininterrotto in Italia per 5 anni, compresi i periodi di soggiorno che precedono o seguono il 31 dicembre 2020).

I cittadini del Regno Unito devono presentare i seguenti documenti:

  • documento di identità in corso di validità;
  • poi l’attestazione della propria iscrizione anagrafica, rilasciata dal Comune di residenza, che dimostri l’iscrizione anagrafica entro il 31 dicembre 2020. O, in alternativa, autocertificazione della propria iscrizione in anagrafe entro il 31 dicembre 2020 e di non essere stato successivamente cancellato, ai sensi degli artt. 46-47 D.p.r.445/2000;
  • ricevuta di pagamento di €30,46 pari al costo di produzione del documento, effettuato con bollettino postale sul CC n. 67422402 (intestato a “MEF DIP.TO DEL TESORO VERS: DOVUTO RILASCIO CARTA DI SOGGIORNO” – causale: “Importo per il rilascio della carta di soggiorno – Accordo di recesso UE/ UK”);
  • ed infine n. 4 fotografie in formato tessera.

A questo link il testo completo del Vademecum.

 

 

5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments