fbpx

USD/JPY, Yen giapponese si abbassa quando dati disoccupazione americana migliorano

lentepubblica.it • 18 Aprile 2018

usd-jpyLa coppia USD / JPY ha registrato notevoli guadagni giovedì, cancellando le perdite che hanno caratterizzato la sessione di mercoledì. Nel commercio nordamericano, la coppia USD/JPY è scambiata a 107,32, in rialzo dello 0,49%. Sul fronte delle novità, non ci sono eventi giapponesi in programma.


Negli Stati Uniti, i dati sulla disoccupazione sono scesi a 233 mila unità, molto vicine alla stima di 231 mila. Venerdì, gli Stati Uniti pubblicheranno il rapporto UoM Consumer Sentiment.

 

JPY/USD e la guerra in Siria

 

Le tensioni in Medio Oriente crescono di ora in ora, ma gli investitori non hanno gettato la spugna e hanno ripreso a considerare lo yen giapponese un rifugio sicuro, almeno per ora.  Come evidenziano gli analisti di ForexDeer i mercati stanno gettando un occhio preoccupato sulla Siria, per l’intervento diretto degli Stati Uniti. Il presidente degli Stati Uniti Donald  Trump ha promesso di punire il regime siriano per un presunto attacco chimico da parte delle forze governative lo scorso fine settimana. Definendo Assad “un animale”.

 

Da parte sua, la Russia ha replicato che risponderà a qualsiasi mossa degli Stati Uniti contro la Siria. Le relazioni tra Stati Uniti e Russia potrebbero peggiorare se Trump riuscirà a mantenere le sue promesse e la propensione al rischio degli investitori potrebbe affondare il dollare e aumentare la valuta giapponese.

 

JPY/USD e la Federal Reserve

 

I verbali della Federal Reserve hanno avuto un tono generalmente aggressivo (in gergo si direbbe “falco”) e questo ha aiutato a sostenere il dollaro USA. Tutti i responsabili delle politiche della Fed hanno indicato che l’economia degli Stati Uniti continuerà a migliorare e che l’inflazione salirà nei prossimi mesi. Alla riunione di marzo, la Fed ha votato all’unanimità per aumentare i tassi di un quarto di punto, portando il tasso di riferimento a un intervallo compreso tra 1,50% e 1,75%. La proiezione della Fed per la politica tariffaria nel 2018 rimane a tre rialzi, sebbene ci sia il sospetto che la Fed potrebbe rivedere le previsioni a quattro rialzi dei tassi.

 

JPY/USD e la guerra Usa-Cina

 

La scorsa settimana, il presidente della Fed Jerome Powell ha affermato che la Fed probabilmente continuerà ad alzare i tassi per mantenere un freno all’inflazione, ma ha aggiunto che le mosse dei tassi sarebbero graduali. Una preoccupazione per la Fed potrebbe essere l’intensificarsi della battaglia commerciale tra Stati Uniti e Cina, che potrebbe danneggiare l’economia e aumentare i prezzi al consumo. Per quanto riguarda i prossimi due incontri tariffari, i mercati si aspettano che il falco Powell aumenterà i tassi a giugno.

 

L’ultimo discorso del presidente Xi Jinping al forum Bo’ao è stato visto come l’offerta di un ramo d’ulivo nell’attuale disputa commerciale contro gli Usa, con risposta positiva da parte di questi ultimi. Anche se potrebbe essere ancora troppo presto per giudicare, potremmo fissare la parvenza della luce verso la fine dell’attuale tunnel delle schermaglie commerciali, il che potrebbe anche significare che l’impatto sul sentiment commerciale potrebbe iniziare a sgonfiarsi.

 

In realtà pochi si aspettano una guerra commerciale a tutto campo, anche se dovessimo rivelare i nostri nervosismi attraverso l’azione sui prezzi.

 

Tecnicamente, USD / JPY ci ha sicuramente presentato un inversione di tendenza “a testa e spalle” che aveva visto la sua scollatura a circa $ 106,90, che potrebbe presentare una potenziale compressione verso il recente trend ribassista intorno ai $ 108.

 

JPY/USD e le decisioni della Banca del Giappone

 

In Giappone sono consapevoli che nel lungo periodo la politica monetaria potrebbe rimanere il motore principale e le azioni della Banca del Giappone (BoJ) sarebbero fondamentali. La banca centrale giapponese rimane una delle più accomodanti tra le banche centrali delle economie avanzate, ma anche così, le aspettative per la BoJ si ridurranno nel lungo termine. Finendo per mantenere il cambio USD / JPY su un orientamento al ribasso.

 

Aspettiamo che i prezzi restino nella tendenza al ribasso sul lungo termine. Anche se la volatilità indotta dal rischio potrebbe continuare a vedere la coppia JPY USD sperimentare più fluttuazioni a due direzioni. La resistenza più forte è vista attualmente sui $ 108, mentre il supporto arriva a $ 105,5 rispetto a $ 104,59, da tenere comunque d’occhio.

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami