fbpx

Bilancio di Previsione: pronti i certificati, la tempistica per i preventivi

lentepubblica.it • 3 Ottobre 2016

capitoli, bilanci enti localiCon il decreto 22 settembre 2016, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 229/2016, sono stati approvati i modelli di certificato del bilancio di previsione per l’anno 2016.

 

Le certificazioni dei bilanci di previsione 2016 dovranno essere predisposte e trasmesse entro il 15 novembre al Dipartimento Finanza locale del Ministero dell’Interno. La trasmissione dovrà avvenire esclusivamente tramite posta elettronica certificata, completa di firma digitale dei sottoscrittori, da inviare a finanzalocale.prot@pec.interno.it.

 

Sono approvati i modelli di certificato del bilancio di previsione per l’anno 2016, allegati al presente decreto, che gli enti locali sono tenuti a predisporre e trasmettere entro il 15 novembre 2016. Gli enti locali, sono tenuti a compilare e trasmettere la certificazione relativa al nuovo schema del bilancio di previsione (c.d. «armonizzato») previsto dall’art. 11 del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, come integrato e modificato dal decreto legislativo 10 agosto 2014, n. 126, riportata in allegato al presente decreto.

 

Gli enti appartenenti alle Regioni a statuto speciale, che quest’anno adottano i nuovi principi contabili, nonche’ alle Province autonome di Trento e Bolzano, sono tenuti a compilare e trasmettere oltre alla certificazione relativa al nuovo schema del bilancio di previsione (c.d. «armonizzato») previsto dall’art. 11 del citato decreto legislativo n. 118, anche la certificazione relativa allo schema del bilancio di previsione previsto dal decreto del Presidente della Repubblica 31 gennaio 1996, n. 194 (c.d. «tradizionale»), parimenti riportata in allegato al presente decreto.

 

Gli enti della regione Valle d’Aosta, per la certificazione relativa allo schema di bilancio di previsione previsto dal decreto del Presidente della Repubblica 31 gennaio 1996, n. 194 (c.d. «tradizionale»), sono tenuti a compilare e trasmettere esclusivamente le sezioni (quadri) dei certificati di cui all’allegato tecnico.

 

La trasmissione dei certificati dovra’ avvenire, per tutti gli enti locali, esclusivamente tramite posta elettronica certificata, completa di firma digitale dei sottoscrittori.

 

Gli enti locali utilizzeranno le credenziali informatiche (userid e password) gia’ richieste e ricevute in occasione della trasmissione delle precedenti certificazioni di bilancio ai fini dell’autenticazione all’apposito sistema tramite il sito della Finanza Locale www.finanzalocale.interno.it/ser/tbel_intro.html

 

Gli enti locali trasmetteranno tramite posta elettronica certificata, entro il 15 novembre 2016, alla Direzione centrale della Finanza Locale all’indirizzo di posta elettronica finanzalocale.prot@pec.interno.it:

 

  • il file contenente i dati del certificato firmato digitalmente in formato xml;
  • il file, sempre in formato xml, concernente le informazioni riguardanti il tipo di certificato (certificato preventivo o certificato al rendiconto), l’anno di riferimento dello stesso, il tipo di modello identificato con «X» per il certificato c.d.«armonizzato» ed «U» per il certificato c.d. «tradizionale»(quest’ultimo solo per gli enti tenuti al doppio invio), nonche’ i dati identificativi dei soggetti referenti per la trasmissione del certificato, individuati nel Segretario dell’ente e/o nel Responsabile del servizio finanziario.

 

 

Gli enti locali che trasmetteranno le due certificazioni dovranno procedere con invii separati, ognuno dei quali dovra’ contenere il file firmato digitalmente ed il file info distinto per tipo modello certificato. Dopo l’avvenuta trasmissione, gli enti riceveranno comunicazione circa il buon esito della stessa o l’eventuale messaggio di errore sulla stessa casella di posta elettronica certificata, per cui la sola ricevuta dell’avvenuto invio della certificazione tramite posta elettronica certificata, non e’ sufficiente ad assolvere l’adempimento, in mancanza del riscontro positivo.

 

I dati finanziari delle certificazioni devono essere espressi in euro con due cifre decimali, e quindi senza arrotondamenti. Il Segretario, il responsabile del servizio finanziario, nonche’ ml’organo di revisione economico-finanziaria provvederanno a sottoscrivere la certificazione con firma digitale.

 

I dati delle certificazioni del bilancio di previsione per l’anno 2016 una volta consolidati, verranno divulgati sulle pagine del sito internet della Direzione centrale della Finanza Locale www.finanzalocale.interno.it Il presente decreto viene pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, nonche’ sulla seguente pagina del sito internet della Direzione centrale della Finanza Locale finanzalocale.interno.it/circ/dbp2016.html, sulla predetta pagina del sito internet vengono altresi’ pubblicati i modelli di certificazione approvati con il presente decreto.

 

Fonte: Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana
avatar
  Subscribe  
Notificami