fbpx

Comune di Pisa. Al via il progetto smart parking

lentepubblica.it • 26 Giugno 2014

Due pannelli, uno in Lungarno Pacinotti e l’altro in via Crispi, dicono in tempo reale se e quanti posti auto sono liberi

Il comunicato congiunto di Comune, Deutsche Telekom e Kiunsys –  Sosta più semplice (da martedì 24 giugno) in Piazza Carrara: il 24 giugno infatti nella centralissima area di sosta di Lungarno Pacinotti, ha preso il via un progetto pilota sperimentale per testare un sistema di parcheggio intelligente, unito ad un servizio di “big data” per l’analisi dei dati relativi ai flussi storici di traffico finalizzato alla definizione di nuove modalità di utilizzo delle infrastrutture tecnologiche esistenti (pannelli a messaggio variabile, Tap&Park, ecc). Un sistema decisamente innovativo che aiuterà gli automobilisti nella ricerca di un posto auto libero più facilmente e velocemente rispetto al passato e consentirà di pagare la sosta attraverso il proprio smartphone.

Il progetto è il prodotto della collaborazione fra la città di PisaDeutsche Telekom e Kiunsys, spin-off dell’ateneo pisano, e azienda partner con sede a Pisa specializzata nello sviluppo di soluzioni innovative per la mobilità sostenibile. I sensori collocati sulla superficie di ogni singolo posto auto, ne rilevano lo stato libero o occupato senza bisogno di sbarre o altro genere di supporti che ostacolano la circolazione. Le centraline datiraccolgono le informazioni e le inviano all’infrastruttura server cittadina attraverso la rete mobile. Le informazioni raccolte vengono poi visualizzate in tempo reale su pannelli informativi a messaggio variabile (uno in via Crispi e l’altro all’incrocio tra Lungarno Pacinotti e Ponte Solferino) che comunicano agli automobilisti il numero esatto di posti auto liberi in Piazza Carrara. La soluzione è integrata anche con Tap&Park, l’applicazione per telefoni portatili già attiva a Pisa che i conducenti possono scaricare sul proprio smartphone per essere comodamente guidati verso un parcheggio libero e per pagare la sosta direttamente via mobile. “Questo nuovosistema di parcheggio si integra alla perfezione con gli interventi realizzati negli ultimi anniper rendere sempre più intelligente e funzionale la mobilità all’interno del tessuto urbano – ha detto ilSindaco di Pisa Marco Filippeschi – grazie ad esso, infatti, sarà possibile attenuare ulteriormente sia il volume di traffico in centro storico che le emissioni di CO2″. Pisa, infatti, negli ultimi anni ha svolto un lavoro rigoroso per attuare una politica di Smart Mobility come parte integrante del suo Sustainable Energy Action Plan, il piano d’azione per l’energia sostenibile. A questo proposito il primo cittadino ha sottolineato l’importanza del progetto dicendo che “il progetto pilota di Smart Parking è un ulteriore grande passo per Pisa verso il miglioramento a lungo termine dei suoi flussi e volumi di veicoli nel centro cittadino. Secondo automobilisti alla ricerca di un parcheggio, infatti, costituiscono circa il 30 per cento del traffico cittadino: quindi, più sarà facile conoscere in anticipo la disponibilità e la localizzazione di parcheggi liberi, minori saranno i flussi di traffico”. La questione è tutt’altro che indifferente per una città come Pisa che, non solo è una delle principali destinazioni turistiche d’Italia, ma è anche un importante centro di servizi del centro Italia, con tre importanti università, un ospedale di livello europeo, il principale aeroporto della Regione e altri significativi servizi pubblici. Una situazione che attira ogni giorno circa 90.000 veicoli sulle strade di Pisa.

«Siamo fermamente convinti che la strada giusta per diventare una smart city sia quella di avere standard aperti e un approccio collaborativo” ha detto, invece, Jürgen Hase, Vicepresidente dell’area Machine to Machine di Deutsche Telekom. “Questo è il motivo per cui siamo particolarmente contenti di essere parte di questo progetto insieme al nostro partner Kiunsys e al Comune di Pisa, una delle città guida della rete europea POSSE per la standardizzazione dei sistemi intelligenti di trasporto».

Pisa sta già usando da alcuni anni diverse tecnologie di Kiunsys, azienda spino-off dell’Università di Pisa e partner di Deutsche Telekom, tra le quali Tap&Park la mobile app per pagare la sosta dal proprio smartphone, 30.000 PisaPass – card dotate di tecnologia Rfid-Uhf e la web application INeS Cloud. “Le soluzioni modulari possono mappare digitalmente tutti i processi relativi alla gestione della sosta e del traffico cittadino” ha spiegato Tiziano Di Sciullo, Sales Manager di Kiunsys. La conseguenza è che Pisa sta già raccogliendo da alcuni anni i dati relativi ai flussi di traffico che, adesso, saranno analizzati come parte del progetto pilota allo scopo di approfondire ulteriormente la conoscenza della mobilità cittadina a beneficio della futura pianificazione della circolazione.

FONTE: Pisainforma.it

smart

 

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami