fbpx

Dati ambientali nelle città – Mobilità urbana

lentepubblica.it • 4 Giugno 2014

I dati diffusi, in serie storica 2008-2012 e relativi ai comuni capoluogo di provincia, derivano dal modulo Trasporti dell’indagine annuale “Dati ambientali nelle città” e descrivono le caratteristiche della mobilità urbana in termini di domanda pubblica e privata e offerta del trasporto pubblico locale. Sono inoltre resi disponibili dati relativi agli strumenti di pianificazione settoriale approvati dalle amministrazioni e indicatori relativi alle infrastrutture disponibili a supporto della mobilità sostenibile (parcheggi, Ztl, piste ciclabili e aree pedonali). Infine sono diffusi per la prima volta dati sulla diffusione e le caratteristiche dei servizi di car e bike sharing attivati nei comuni e sulle iniziative smart di infomobility destinate all’utenza.

Nel 2012 si accentua la contrazione della domanda trasporto pubblico urbano (-7,5% dei passeggeri trasportati per abitante rispetto all’anno precedente), e diminuisce anche la domanda di trasporto privato; -0,7% del tasso di motorizzazione e numero di motocicli (+0,1%) per la prima volta stabile rispetto all’anno precedente dopo 12 anni di crescita consecutiva.

Le autovetture meno inquinanti sono più della metà del parco circolante, in aumento di 3,2 punti percentuali rispetto all’anno precedente (le auto euro 5, in particolare, sono circa il 15% del totale). Continua la progressione delle autovetture ad alimentazione ibrida, benzina-gas liquido/metano (6,9% del parco circolante) e a gasolio (36,6%) rispetto a quelle alimentate a benzina che, rispetto al 2009, vedono ridurre il loro peso relativo di oltre 4 punti percentuali.

Il ritmo rallentato del rinnovamento del parco veicoli determina l’aumento dell’età media delle autovetture: quelle con otto o più anni di vita nel 2012 rappresentano più della metà del totale (erano scese fino al 40,8% nel 2004).

Diminuisce nel complesso anche l’offerta del trasporto pubblico (-0,5% posti-km per abitante erogati dall’insieme dei mezzi), in particolare quella degli autobus (-3,3%) e dei filobus (-3,5%), ma cresce l’offerta dei posti-km delle metropolitane (+7,3%).

A vantaggio della mobilità sostenibile aumentano le piste ciclabili: nel complesso dei capoluoghi si contano in media 17,4 km per 100 km2 di superficie (+4,6% rispetto al 2011). Nel 2012 sono 19 le città che offrono un servizio di car sharing e 58 quello di bike sharing e trovano crescente diffusione i servizi di infomobilità agli utenti: 56 comuni utilizzano display a messaggio variabile su strada e 45 hanno installato paline elettroniche alle fermate del trasporto pubblico.

FONTE: Istat

mobilità 2

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami