fbpx

INAIL: attivati servizi telematici per coperture assicurative

lentepubblica.it • 30 Marzo 2015

infortuni, Itinere, dirigentiL’Istituto tra i partecipanti al progetto sperimentale che incentiva al volontariato chi beneficia di strumenti di sostegno al reddito. Sulla home del portale un contatore permette di controllare l’aggiornamento costante degli importi residui del fondo stanziato dal ministero del Lavoro a sostegno dell’onere dei premi.

 

Sono attivi da oggi sull’home page del portale dell’Inail i servizi telematici a supporto della copertura dei costi assicurativi di quanti hanno accesso a #diamociunamano, l’iniziativa sperimentale promossa dal ministero del Lavoro e delle politiche sociali che – in ottemperanza al decreto legge 90 del 2014 – consente a quanti beneficiano di un sostegno al reddito di svolgere attività di utilità sociale in modo spontaneo e gratuito in progetti promossi dalle associazioni del Terzo settore.

 

Poletti: “Promuovere il coinvolgimento attivo delle persone”. Prevista dal decreto legge 90 del 2014, #diamociunamano punta a coinvolgere chi è in cassa integrazione – o, comunque, usufruisce di una qualsiasi misura di sostegno al reddito – in attività di volontariato di utilità sociale nell’ambito di progetti promossi da organizzazioni del terzo settore a favore di comuni o enti locali. “Con questa iniziativa vogliamo promuovere il coinvolgimento attivo delle persone che beneficiano di una misura di sostegno al reddito – sottolinea il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti – puntando sulla loro disponibilità ad impegnarsi in una attività che contribuisca alla vita della loro comunità”.

 

De Felice: “L’Inail partecipa al progetto con forte determinazione”. La copertura assicurativa contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali per quanti svolgeranno attività volontaria nei progetti è attivata dall’Inail e i suoi oneri sono interamente sostenuti dall’apposito fondo istituito presso il ministero del Lavoro e delle politiche sociali. “#diamociunamano dimostra spinta innovativa nell’azione di politica sociale, nelle soluzioni tecnologiche per l’attuazione ed efficacia di coordinamento tra Istituzioni – ha affermato il presidente dell’Inail, Massimo De Felice – L’Istituto partecipa a questo progetto sulle coperture assicurative con forte determinazione”.

 

Coinvolti Anci e Forum del Terzo settore. Insieme al ministero del Lavoro a essere coinvolti in #diamociunamano – oltre all’Inail, per la parte assicurativa – sono l’Anci e il Forum del Terzo settore, che hanno il compito di proporre e di promuovere i progetti (che possono essere già in corso di realizzazione o del tutto nuovi) e di “validarne” l’utilità sociale, attestandone il beneficio a favore delle specifiche comunità coinvolte. Saranno sempre le organizzazioni di volontariato e di terzo settore a prendere in carico i cittadini interessati, inviando esclusivamente per via telematica la richiesta di attivazione dell’assicurazione all’Inail almeno 10 giorni prima dell’inizio effettivo dell’attività.

 

Le coperture assicurative comunicata tramite Pec ai promotori del progetto. In presenza dei requisiti previsti dal decreto ministeriale e verificata la capienza del fondo, l’Inail comunica tramite posta elettronica certificata ai soggetti promotori l’attivazione della copertura assicurativa per i volontari e per il numero di giornate indicati nella richiesta. A tale fine, il servizio telematico effettua il calcolo degli oneri assicurativi, tenendo conto delle disponibilità del fondo, che sono quindi aggiornate a seguito di ogni richiesta e indicate nell’apposito “contatore” disponibile sul portale. L’Inail in caso di infortunio assicura tutte le prestazioni previste da dal Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro (dlgs81/2008) a favore degli infortunati e tecnopatici. La copertura assicurativa, pur in presenza dell’avvenuta comunicazione nei termini dell’inizio delle attività, opera però esclusivamente dalla data in cui l’Inail ne comunica l’attivazione.

Fonte: INAIL
avatar
  Subscribe  
Notificami