fbpx

Vittime infortuni sul lavoro: ritorna la giornata dedicata dall’INAIL

lentepubblica.it • 9 Ottobre 2014

Domenica 12 ottobre le celebrazioni – sotto l’Alto patronato del Presidente della Repubblica – nelle 106 sedi provinciali dell’Associazione. A Firenze la manifestazione ufficiale: previsto a Palazzo Vecchio un confronto tra le massime cariche istituzionali. A rappresentare l’Inail il presidente Massimo De Felice

Commemorare chi si è infortunato e, insieme, sollecitare l’opinione pubblica sul tema della prevenzione e della sicurezza sul lavoro. Anche quest’anno, , domenica 12 ottobre, l’Anmil celebrerà in tutte le province d’Italia – attraverso le proprie 106 sedi – la 64° edizione della “Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro”.

La manifestazione principale a Palazzo Vecchio. A Firenze si terrà la cerimonia ufficiale. Alle ore 10, presso il Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, si svolgerà un importante momento di confronto al quale parteciperanno le massime istituzioni del Paese. Tra gli altri – insieme al ministro del Lavoro e delle politiche sociali, Giuliano Poletti – il presidente dell’Inail, Massimo De Felice, e il presidente del Civ Inail, Francesco Rampi. I lavori saranno aperti dai saluti del sindaco di Firenze, Dario Nardella, e del presidente della Provincia, Andrea Barducci. A seguire, per l’Anmil, gli interventi del presidente nazionale, Franco Bettoni, del presidente regionale, Omero Petrucci, e del presidente territoriale, Pietro Salvini.

Consegnati i brevetti i distintivi d’onore ai nuovi e ai grandi invalidi del lavoro. Ogni appuntamento sul territorio inizierà con la celebrazione di una messa per commemorare le vittime degli incidenti sul lavoro (a Firenze il momento di preghiera si terrà nella basilica di Santa Maria Novella). A introdurre le successive cerimonie civili, invece, saranno le testimonianze di lavoratori rimasti invalidi dopo un infortunio. Al centro dei numerosi dibattiti in programma il confronto sulle realtà socio-economiche del nostro Paese e sulla tutela che deve essere garantita alle vittime del lavoro per una più equa e adeguata assistenza. Tra gli argomenti affrontati anche il potenziamento delle misure ispettive e la prevenzione delle malattie professionali. A conclusione della mattinata, i direttori regionali Inail – o i loro referenti – consegneranno i brevetti i distintivi d’onore ai nuovi e ai grandi invalidi del lavoro.

 

 

FONTE: INAIL – Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

 

morti-lavoro

 

 

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami